Royal Ultra Sky Grand Paradis

Ultimi aggiornamenti dal tracciato di gara

Previste condizioni di tracciato asciutte per la terza edizione della Royal Ultra Sky Marathon, ben diverse da quelle dell’edizione 2009, caratterizzata da un superiore innevamento del tracciato che aveva contribuito a velocizzare i tempi di gara (basta ricordare la veloce discesa sul lungo e attrezzato canalone di discesa del Colle dei Becchi).
A poco meno di due settimane dallo start di gara il grande caldo dell’alta pressione africana sta cancellando le ultime tracce di neve: la tecnica discesa del Colle dei Becchi presenta una discesa innevata parzialmente con un tratto intermedio dove affiorano rocce. L’aerea traversata della Bocchetta del Ges è quasi sgombra da neve. Il lungo traverso tra la Casa di Caccia del Gran Piano e l’Alpe del Breuil è pressoché sgombro dai resti di slavina che lo scorso anno lo avevano reso più tecnico. Come sempre il Colle della Porta presenta un buon innevamento sul lato occidentale mentre, salvo un breve nevaio, il passaggio del Colle della Terra è sgombro di neve. Il resto del percorso è privo di tratti innevati.
Si stanno mettendo a punto i nuovi tratti di gara dai Chiapili di Sopra sino all’Alpe del Truc e dal Colle del Nel verso il lago del Dres, tratti dove la possente nord delle Levanne vigilerà sulle ultime fatiche degli atleti.
Le iscrizioni hanno superato quota 50 e i attende l’ultimo scatto finale.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.