E domenica sarà la volta del Latemar

Altro vertical, altro exploit di Urban Zemmer?

Lui ci sarà e come sempre sarà grande spettacolo. L’abbiamo incontrato proprio ieri nella sua splendida Castelrotto, dove sta preparando l’appuntamento degli europei in programma a novembre in Spagna, e ci è sembrato carico a dovere. Il vertical del Latemar è ormai un appuntamento classico, che si disputa in Trentino tra le guglie del Latemar. Partenza alle 10 dai 1670 metri di località Gardonè ed arrivo ai 2670 metri del Rifugio Torre di Pisa con uno sviluppo di 3300 metri. Tracciato tecnico che inizialmente si sviluppa lungo le piste da sci del Gardonè per poi inerpicarsi tra gli scoscesi prati sino alle balze rocciose del Lametar. Una volta raggiunte le rocce gli skyrunners prenderanno il sentiero che porta al passo Feudo fino al rifugio Torre di Pisa. Se in campo maschile si lotterà dal secondo posto in poi, più agguerrita sembra invece la concorrenza in campo femminile. Nadia Scola sta attraversando un ottimo stato di forma, che le ha permesso di vincere il vertical di Alba Crepa Neigra la settimana scorsa, ma dovrà vedersela con Erika Forni vincitrice della scorsa edizione del vertical del Latemar e con la cembrana Francesca Simoni. Le condizioni del percorso sono eccellenti a seguito di questo periodo secco, e la meteo per domenica è favorevole. Gli ingredienti per un’altra bella giornata di sport ci sono tutti. 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.