Domenica parte la Sultan Marathon des Sables

Ski-alper presente con un inviato sul campo

Ritorna la mitica Sultan Marathon des Sables e per la prima volta Ski-alper sarà presente all’evento con un suo inviato. Una gara a tappe nel deserto sahariano, in Marocco, che nel corso degli anni è diventato l’evento di endurance outdoor più mediatico al Mondo.  La gara per eccellenza nei deserti. L’intuizione fu di Patrick Bauer, all’epoca fotografo al seguito della Parigi-Dakar, che nel 1984 decise di percorrere in solitaria una tappa della nota gara automobilistica. E così fu, con uno zaino da 35 litri contenente acqua e cibo, percorse 350 km in 12 giorni in completa autonomia. Due anni dopo, nasceva ufficialmente la Marathon des Sables con 23 concorrenti al via. Nei vari anni, sono ormai 13.000 i concorrenti che hanno portato a termine la prova.

NUMERI DA ‘NUMERI UNO’ – In 28 anni, un susseguirsi di eventi che hanno portato la competizione ad avere numeri assolutamente unici: un’organizzazione composta da 500 persone, 100 veicoli, 4 quad bikes, 2 elicotteri, 1 aeroplano … e 4 dromedari. Uno staff sanitario composto da 52 medici e paramedici, e poi ancora, 120.000 litri d’acqua minerale al seguito, 270 tende berbere e 3.000 kg di attrezzatura medica (5 km di bende, 2.700 cerotti, 125 litri di disinfettante, 230 litri di flebo reidratanti, 100.000 compresse di sali minerali, 2.500 paia di guanti chirurgici). La copertura mediatica è garantita da 2 TV accreditate (Eurosport e TV5MONDE), 15 emittenti radiofonichee da decine di giornalisti e fotografi accredittai. E poi ancora, 340.000 visite della pagina internet durante i giorni della gara nell’ultima edizione, più di 680 articoli su oltre 100 riviste e quotidiani.  Il tutto, sotto l’alto patronato di Sua Maestà Re Mohammed VI.

I FAVORITI – Quest’anno, tra i 1.200 concorrenti provenienti da 45 nazioni, i favoriti della vigilia sono: Salameh Al Aqra – JOR (1° 2012, 2° 2008 e 2010, 3° 2009 e 2011), Mohamad Ahansal – MAR (4 volte vincitore e 9 volte secondo), Rachid El Morabity – MAR (1° 2011), gli europei Christophe Le Saux – FRA (6° 2012), Anton Vencelj – SLO (4° 2010, 8° 2012), Vincent Delebarre – FRA (9° 2005) e gli italiani Marco Olmo (più volte nei top 10) e Antonio Filippo Salaris (7° nel 2012) capitanati dal mitico Paolo Zubani, con 25 edizioni al proprio attivo. Tra le donne, Lorence Klein – FRA (1° 2007, 2011 e 2012), Meryem Khali – MAR (2° 2012), Simone Kayser – LUX (3 vittorie) e Megan Hicks – USA (2° 2009).

In totale 6 tappe in 7 giorni, per 223 km complessivi in completa autosufficienza alimentare. Prima tappa domenica 7 aprile di 37,2 km. Ogni giorno, resoconti e aggiornamenti live dal nostro inviato Paolo Secco, già finisher della Sultan Marathon des Sables nel 2010.
 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.