Zegama, tre domande a Kilian

Le impressioni di chi ha vinto per la quinta volta la gara spagnola

Dunque domenica Kilian Jornet Burgada ha vinto per la quinta volta la Zegama-Aizkorri Marathon, in Spagna. Una gara sotto l’acqua e la neve, in condizioni estreme e molto diverse da quelle della Transvulcania, giusto una settimana prima. «Quest’anno è stato diverso perché il livello degli atleti era veramente alto, abbiamo avuto una partenza forte e io e Luis Alberto Hernando ci siamo staccati dal gruppo» ha detto Kilian. «Ad Aizkorri ho attaccato perché era la parte più tecnica e poi ho dato il massimo nella discesa. Per me la Zegama è come tornare a casa, è una gara speciale con tanta gente, ho vinto cinque volte e forse questa vittoria non è così importante come la prima. Ora cerco di dare il massimo, dando meno importanza alla vittoria e così apprezzo di più le gare». Kilian è anche ritornato sulla Transvulcania, dove ha sofferto la disidratazione: «In realtà mi sento bene, questi risultati ti danno fiducia, ma bisogna costruire la fiducia giorno per giorno e guardare avanti, perché è più importante programmare la prossima gara che essere contenti per il risultato ottenuto».

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.