Zegama, ci siamo

Domenica la classica basca

È la settimana di Zegama. Più di una classica. Più di una maratona di montagna. Tappa delle World Series, opening del nuovo circuito Golden voluto da Salomon, ma soprattutto la prova basca è ormai una di quelle gare che tutti vogliono ‘fare’ almeno una volta. E magari vincere. Così i candidati per il gradino più alto del podio sono tanti anche domenica. Nella gara maschile occhi puntanti su Stian Angermund-Vik che l’anno scorso arrivò davanti a tutti con tanto di nuovo record (3h45’08”). Gli avversari al norvegese non mancano: a partire dagli atleti di casa Aritz Egea, Julen Larruzea, Pere Rullán, Jan Margarit, Miguel Caballero, Pablo Villa o Oriol Cardona, la agguerrita pattuglia svizzera con Marc Lauenstein, Pascal Egli e Remi Bonnet, e ancora gli statunitensi Max King e Sage Canaday, il giapponese Rui Ueda, il francese Thibaut Baronian. Tra gli azzurri al via Fabio Bazzana, Cristian Minoggio, Manuel Bortolas e Danilo Brambilla.
Al femminile stesso copione: c’è la vincitrice del 2017 (e detentrice del record con 4h34’27”) Maite Maiora, ma il livello è altissimo. Qualche nome? Sheila Avilés, Laura Orgué o Oihana Azkorbebeitia rimanendo tra le atlete di casa, poi Megan Kimmel, Emelie Forsberg, Ida Nilsson, Yngvild Kaspersen, Mira Rai, Ruth Croft, Anne Lise Rousset. Senza perdere d’occhio Denisa Dragomir e soprattutto Silvia Rampazzo.
Partenza alle 9 con i tradizionali 42.195 chilometri e 5,472 metri di dislivello: la gara si potrà seguire anche live sulla pagina web della Zegama Aizkorri, su quella Facebook di Salomon Running e del canale televisivo basco EITB.
C’è anche il vertical, tappa del Vertical Kilometer World Circuit. Partenza alle 16 di venerdì.
Lista iscritti 2018

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.