World Series, si alza il sipario sulle finali

A Limone venerdì il Vertical Kilometer, sabato la SkyRace

Finalmente ci siamo: come in ogni competizione che si rispetti, anche per le World Series di Skyrunning siamo arrivati al gran finale. Quest’anno la Limone Extreme è destinata a lasciare il segno nella storia dello skyrunning. A partire dal numero d’iscritti, oltre 750 per le due prove in programma, venerdì sera il Vertical Kilometer e sabato la SkyRace.

IL MEGLIO DELLO SKYRUNNING INTERNAZIONALE – In campo maschole nella SkyRace saranno al via i primi undici atleti della classifica delle 2014 Sky Series, dodici atleti della top 20 del 2013 Sky Ranking ISF, i primi sette classificati dell’edizione 2013 e il detentore del record del percorso; nella gara saranno al via sette nelle prime dieci della classifica delle 2014 Sky Series, otto atlete della top 20 del 2013 Sky Ranking ISF e le prime quattro classificate dell’edizione 2013.
Nel Vertical Kilometer maschile, invece, saranno al via dieci atleti nei primi undici della classifica delle 2014 Vertical Series, tredici atleti della top 20 del 2013 Vertical Ranking ISF e i primi quattro classificati dell’edizione 2013, al femminile, invece, saranno al via le prime cinque atlete della della classifica delle 2014 Vertical Series, otto atlete della top 20 del 2013 Vertical Ranking ISF e le prime due classificate dell’edizione 2013.

 

Qualche nome? Kilian Jornet (Salomon), Ionut Zinca (Valetudo), Marco De Gasperi (Scott Sports),Tadei Pivk (Crazy Idea), Zaid Ait Malek (Buff), Aritz Egea (EMF), Manuel Merillas (Mammut), Jokin Lizeaga (EMF) Jonathan Wyatt (Salomon), Marc Pinsach (FEEC),David Schneider (inov-8), Fabio Bazzana (Salomon), Slabolcz Gyorgy (Valetudo), Damiano Lenzi, Urban Zemmer (La Sportiva), Nejc Kukar (La Sportiva), Alexis Sevennec (Scott Sports), Marco Facchinelli (La Sportiva), Marco Moletto (La Sportiva), Erik Haugsnes (inov-8), Thorbjørn Ludvigsen (Salomon), Ferran Teixido(FAM), Oscar Casal (FAM), Nicola Golinelli, Bernard Dematteis (Agisko), Martin Dematteis (Agisko), Petro Mamu, Florian Reichert (Arc’teryx).
E ancora Laura Orguè (Salomon), Stevie Kremer (Salomon), Emelie Forsberg (Salomon), Maite Maiora (La Sportiva), Elisa Desco (Scott Sports), Stephanie Jimenez (Salomon), Antonella Confortola (Salomon), Laia Andreu (FEEC), Tessa Hill (Arc’teryx), Christel Dewalle (adidas), Azara Garcia (Yaniro), Francesca Rossi (La Sportiva), Julia Bleasedale, Iulia Gainariu (Valetudo), Jennifer Senik (Crazy Idea), Debora Cardone (Valetudo), Chiara Gianola (La Sportiva).

I POSSIBILI PRIMATI – Sui sentieri a picco sul lago di Garda, altri due primati potrebbero entrare di diritto nella storia pluriventennale dello skyrunning.
Kilian Jornet, vincendo il Vertical, potrebbe essere il primo atleta a vincere le World Series in tutte e tre le specialità (Vertical, Sky e Ultra). Con tre titoli mondiali in tasca (Vertical, Sky e Combinata), potrebbe concludere la sua stagione avendo vinto tutto quello che era possibile vincere.
L’altro possibile storico primato, invece potrebbe toccare direttamente il suo stesso sponsor, ovvero Salomon. Se Kilian vincesse le Vertical Series e se la campionessa in carica Laura Orguè si riconfermasse sempre nelle Vertical Series, allora il marchio francese porterebbe a casa tutte e sei le coppe del mondo, sia al maschile che al femminile (Sky con Kilian Jornet ed Stevie Kremer, Ultra con Kilian Jornet ed Emelie Forsberg).
 
LE GARE – Si comincerà venerdì sera con lo spettacolare Extreme Vertical Km, una processione di torce che si snoderà sui 1.100 metri di dislivello del percorso sulla riva del Lago. Al femminile occhi puntati sulla la spagnola detentrice del record del percorso Laura Orguè, già campionessa nel 2013, la sfida sarà con Antonella Confortola e Stephanie Jimenez, con quest’ultima che parte con sei punti di vantaggio sulla rivale, oltre a Christel Dewalle
Anche al maschile Kilian Jornet sembra avere le mani sul trofeo iridato e la testa concentrata alla Skyrace del giorno successivo: ma sarà lotta vera lungo i 3 km del percorso per aggiudicarsi il gradino più alto dell’Extreme Vertical con il Team La Sportiva al completo, guidati da Urban Zemmer (detentore del record con 37’10”), Marco Moletto, Nejc Kuhar e Nadir Maguet, senza dimenticare Bernard e Martin Dematteis,
Saranno i 24 km di sabato pomeriggio invece ad eleggere i vincitori della disciplina Skyrace: Marco De Gasperi proverà a lottare con Kilian per cercare di battere il suo record (2h 13’ 34” stabilito alla prima edizione del 2012), ma Nicola Golinelli, in grande ripresa, non starà certo a guardare e c’è da scommettere che attaccherà sin dal primo km. Elenco iscritti di lusso con Jonathan Wyatt, Tadei Pivk, Zaid Ait Malek, Ionut Zinca, Fabio Bazzana, Thorbjorn Ludvigsen, Manuel Merillas e molti altri campioni ai nastri di partenza. Con Kilian ormai distante, sarà combattuta la seconda piazza iridata con Zinca e Zaid Ait Malek a contendersi l’argento.
Al femminile Stevie Kremer guida la classifica con 300 punti, ma Emelie Forsberg, Kasie Enman, di fronte nuovamente dopo il duello al Kima, ed Elisa Desco difficilmente alzeranno bandiera bianca troppo presto, con la seconda piazza ora sulle spalle di Maite Maiora Elizondo tutta lì da giocarsi. Sarà anche a Limone, Stevie Kremer la più forte?
 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.