Utmb 2013, parata di big al via

Per l’Italia Giuliano Cavallo e Francesca Canepa su tutti

Non più tardi di inizio stagione, l’undicesima edizione dell’UTMB sembrava destinata ad accontentarsi di un parterre di atleti elite in tono dismesso rispetto alle precedenti edizioni. Forza degli organizzatori, delle pubbliche relazioni e dell’indubbio fascino insito nella manifestazione, anche quest’anno, invece, la gara regina delle ultra distanze offrirà un contesto di altissimo livello. 

CI RIPROVANO GLI AMERICANI – Nel corso degli anni ci hanno provato praticamente tutti i big, da Dean Karnazes, Geoff Roes, Mike Wolfe, Dakota Jones, Karl Meltzer, Joe Grant, Hal Koerner, Scott Jurek e Thoper Gaylord, ma nessuno è mai riuscito a vincere l’UTMB. È andata meglio tra le donne con la doppia vittoria di Krissy Moehl e quella di Nikki Kimball. Lo scorso anno hanno ottenuto un terzo posto con Michael Foote tra gli uomini, il quarto di Rory Bosio e l’ottavo di Amy Sproston tra le donne. Quest’anno un vero e proprio sbarco di massa con i migliori specialisti presenti a Chamonix. Saranno infatti al via Timothy Olson (2203) e Anton Krupicka (2201) e poi ancora Mike Wolfe (2204), Michael Foote (3), Michael Wardian (2215) e Dylan Bowman (2208). Tra le donne, Amy Sproston (68), Rory Bosio (44), Meghan Abrogast (120) e Helen Cospolich (196).

I FRANCESI CERCANO IL BIS – Dopo la vittoria dello scorso anno di Francois D’Haene, i francesi ci provano con due fuoriclasse come Julien Chorier (2206) e Sebastien Chaigneau (2205). D’Haene a parte, praticamente il meglio che possano offrire in questo momento termini di 100 miglia. Tra gli altri, Emmanuel Gault (2217). Tra le donne, invece, le speranze sono affidate a Emilie Lecomte (83).

LA SPAGNA RITROVA HERAS – Il fuoriclasse spagnolo Miguel Heras (2202), già protagonista nel 2011 per quasi tutta la gara, sembra aver ritrovato la condizione dopo l’infortunio stagionale. A difendere i colori nazionali anche Javier Dominquez (12), Miguel Capo Soler (57) e Zigor Iturrieta (158). In campo femminile, invece, Nuria Picas (2251) è sicuramente una delle pretendenti al podio.

LA HAWKER TRA LE DONNE – il Regno Unito schiera Jez Bragg (2207), già vincitore nel 2010 e la regina dell’UTMB Elisabeth Hawker (16), vincitrice di 5 edizioni con l’attuale record del percorso in 25h02’00’’.

GIAPPONE SEMPRE PRESENTE – il Giappone schiera  il veterano Tsuyoshi Kaburaki (10), sempre nei primi 10, Yoshikazu Hara (2214), quest’anno vincitore del Mt. Fuji e Kenichi Hirasawa (2223).

GLI ITALIANI – Come consuetudine, grande partecipazione alla gara francese per gli italiani con 231 atleti iscritti. Favoriti d’obbligo per un posto che conta Giuliano Cavallo (2218), Francesca Canepa (30), seconda lo scorso anno e Katia Fori (56), quinta, sempre lo scorso anno. Tra gli altri atleti al via, potrebbero inoltre arrivare risultati importanti anche da Stefano Ruzza (2234), Christian Insam (2243), Nicola Bassi (2563), Giuseppe Marazzi (2564), Gianluca Galeati (4324), Stefano Gregoretti (2732), tra gli uomini e Simonetta Gadler (2261) tra le donne.

SKI-ALPER PRESENTE Il programma dell’UTMB prevede la partenza della PTL questa sera alle 22, della TDS mercoledì mattina, la CCC giovedì mattina e l’UTMB venerdì pomeriggio. Ski-alper sarà presente sul posto con i suoi inviati per seguire dal vivo tutte le manifestazioni.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.