Tutto pronto per la Südtirol Ultra Skyrace

Sull'alta via Hufeisentour nelle Alpi Sarentine

Alexander Rabensteiner e Jimmy Pellegrini alla Südtirol Ultra Skyrace ©Ufficio stampa Südtirol Ultra Skyrace

Tutto pronto per la Südtirol Ultra Skyrace, 121 chilometri e 7.554 metri di dislivello che si snodano lungo l’alta via Hufeisentour nelle Alpi Sarentine. Alexander Rabensteiner l’ha già vinta tre volte. Dopo una pausa di tre anni, il detentore del record quest’anno è nuovamente al via e parte con i favori del pronostico. Ci proverà anche l’amico Jimmy Pellegrini: i due hanno un grande progetto ad agosto. Partendo da Salorno, intendono circumnavigare l’Alto Adige in senso orario rimanendo il più vicino possibile al confine, su un percorso di 770 km con 60.000 metri di dislivello. Il tutto, possibilmente, in dieci giorni. Per Rabensteiner, il favorito è però lo svizzero Walter Manser: è la prima volta che affronta la Südtirol Ultra Skyrace ma, con la vittoria della Ultra Trail del Lago d’Orta l’ottobre scorso, si è affermato in una gara con caratteristiche simili (120 km/7300 m di dislivello). Attenzione anche a Matthias Dippacher.
Nella categoria femminile, la detentrice del titolo Maria Kemenater dovrà affrontare concorrenti agguerrite, prime tra tutte l’ungherese residente in Germania Ildiko Wermescher e la danese Karen Brogger. Anche la trentina Lorenza Bortoluzzi dello Maddalene Sky Team, l’associazione partner dell’organizzatore ASV Südtirol Ultra Skyrace, dopo aver vinto per due volte (2016, 2017) nella maratona, quest’anno affronta la distanza originale.

Maria Kemenater

NON SOLO ULTRA – Gli organizzatori propongono altri tre percorsi con differenti distanze: la Südtirol Skyrace (69 km), la Südtirol Sky Marathon (42,2 km) e il Südtirol Trail (27 km). La Südtirol Skyrace vedrà alla partenza Johannes Klein, atleta della nazionale tedesca; a fargli concorrenza ci sarà il vincitore dello scorso anno Stefan Tschurtschenthaler. Anche il trentino Mattia Depaoli, che lo scorso anno si era piazzato terzo, è di nuovo ai blocchi di partenza. Nella categoria femminile, l’attenzione è invece puntata su Marie Ann Mcnaughton di Hong Kong, che solo pochi giorni fa ha conquistato il settimo posto assoluto e il 3° nella sua fascia d’età all’Eiger Ultra Trail, gara di oltre 101 chilometri. L’avversaria più dura da battere sarà probabilmente l’eroina locale, Regina Spiess.
Andreas Reiterer è il favorito della Südtirol Sky Marathon. Il 26enne di Avelengo ha già vinto questa gara una volta, in occasione della premiere del 2016, quando stabilì il record tuttora imbattuto di 4h01’41”. Al via l’ex calciatore professionista, Hansrudi Brugger che quest’anno è riuscito per la prima volta a rimanere entro il tempo delle tre ore alla maratona di Vienna. Resta da vedere se saprà mantenere queste forti prestazioni anche sullo sterrato. Anche Alex Stuffer, attualmente il miglior maratoneta altoatesino, si è iscritto alla gara. Tra le donne, la gardenese Birgit Klammer è tra le favorite. Come Reiter, ha vinto la premiere nel 2016 e stabilito il track record, ancora oggi imbattuto, con un tempo di 5h16’04”.
Quanto tempo impiegheranno i più veloci a coprire il percorso da Sarentino a Bolzano? Gli organizzatori non vedono l’ora di conoscere i tempi del nuovo Sky Trail. Gertraud Höllrigl, meranese che vive attualmente in Svizzera, potrebbe far registrare ottimi tempi. L’anno scorso era arrivata seconda alla maratona. Ma pure la tedesca Kathrin Rohleder è nella stretta rosa delle favorite. Tra gli uomini si troverà alla partenza anche l’austriaco Dominik Egger che ha all’attivo un sesto posto al Salomon Zugspitz-Ultratrail 2017. Anche l’altoatesino Martin Berger vorrebbe ottenere risultati eccellenti: l’anno scorso si era piazzato decimo sul tracciato originale.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.