Tre metri di neve alla Tre Rifugi

Ecco il percorso di domenica

La Tre Rifugi quest’anno è gara top class e assegnerà il titolo italiano su questo dislivello.
Le numerose coppie iscritte si cimenteranno con un tracciato alternativo – quello iniziale è stato giudicato troppo carico di neve – ma non per questo meno suggestivo e impegnativo.
Partenza dunque da Pian delle Gorre, Vallone Madonna, Punta Madonna, Cima Serpentera, Pian Marchisa, Colla Rossa, Pian di Male, Cima Durand, Borrello. L’arrivo probabilmente sarà situato a Baracco, ma la decisione è ancora in corso.
Un dislivello di 2100 metri che prevede anche il passaggio sull’affilata cresta  della Serpentera.
Le coppie iscritte sono ad oggi più di 100: spiccano i nominativi di Reichegger – Trento, Martinelli – Pedranzini, Giacomelli – Holzknecht (con punto interrogatiivo), Pellissier – Clos. Al via anche Pedrini, forse Brunod, ma non siamo ancora in grado di dare altre precisazioni sui loro compagni di pattuglia. Molto attese le pattuglie dei locals Fazio – Fazio e quella dell’astro nascente piemontese Barazzuol in coppia con il suo allenatore Basolo.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.