Magnini e Belotti primi nel vertical, Bert e Dragomir a segno nella skyrace

Grande spettacolo domenica a Marone per le due gare ‘griffate’ Trentapassi con ben 166 atleti in classifica nel vertical e 458 in quella della skyrace.

VERTICAL – Il giorno del debutto del Vertical Kilometer World Circuit: percorso classico di 3,5km e 1.050 metri di dislivello, con la durissima rampa finale prima dell’arrivo. Successo di Davide Magnini: il portacolori del Centro Sportivo Esercito ha chiuso 38’17”, prova maiuscola la sua, a tempo di record.
Piazza d’onore per Patrick Facchini in 39’38’’ con Nicola Pedergnana in 39’48” a completare il podio. Quarto lo sloveno Nejc Kuhar e quinto Marco Moletto, quindi l’austriaco Philip Brugger, Simone Eydallin, il francese Adrien Perret, Marco Facchinelli e il colombiano Saul Padua Rodriguez nella top ten.
Al femminile affermazione di Valentina Belotti 49’52’, davanti alla svizzera Victoria Kreuzer (50’27”) e alla norvegese Hilde Aders (51’16’’); ai piedi del podio Therese Sjursen e Stephanie Jimenez.

SKYRACE – Vittoria di Paolo Bert che ha costruito il suo successo della discesa finale, tagliando il traguardo in 1h40’47’’, secondo Andrea Rota a soli 22’’ di ritardo, terzo Daniel Antonioli in di 1h41’37’’. Quarto Emanuele Manzi, quinto Rok Bratina, mentre nei primi dieci si piazzano Nicola Giovanelli, Andrea Debiasi, Davide Invernizzi, Marco Leoni e Nicolò Francescatto
Nella gara rosa a segno Denisa Dragomir taglia in 1h57’05” precedendo Celia Chiron in 1h58’01” e Antonella Confortola in 2h04’38”, quarta Deborah Pomarè, quinta Francesca Rusconi.

A Zemmer e Collinge il vertical, a Zinca e Dragomir la skyrace

Davide Zanotti, coordinatore della Trentapassi Skyrace, lo aveva annunciato durante il briefing mentre fuori pioveva: «domani sarà una bellissima giornata». Le montagne di Marone che si affacciano sul lago d’Iseo, non hanno tradito e la 5ª edizione della Trentapassi si è disputata sotto un caldo sole con un cielo azzurro e limpido. Il pubblico delle grandi occasioni, e atleti di altissimo livello hanno fatto il resto, regalando alla prima prova del circuito La Sportiva Mountain Running Cup una giornata da iscrivere negli annali dello skyrunning italiano.

 

In attesa di completare il podio femminile della Skyrace riviviamo l’arrivo della prova Vertical. Posted by Trentapassi Skyrace on Domenica 24 maggio 2015

Il pubblico, con negli zaini le trombette vavuzela, si è messo in cammino di primo mattino per salire sulla cima della Trentapassi e tifare i propri beniamini.

VERTICAL – La prova Vertical, valida come prova d’apertura del circuito Skyrunning Italy Series, prevedeva 1000 metri di dislivello positivo in poco più di tre chilometri di sviluppo. Urban Zemmer e il giovanissimo Remì Bonnet si sono giocati la vittoria finale nella prima parte di gara, poi Zemmer, detentore del record e vincitore lo scorso anno, ha aperto il gas andando a tagliare il traguardo sotto l’arco Red Bull con il tempo di 39’38’’. Lo svizzero Bonnet conferma la seconda posizione con il tempo di 39’52". Sul terzo gradino del podio, dopo la quinta posizione della passata edizione è salito Marco Moletto autore di una bellissima prova. In quarta posizione si è classificato il valdostano Nadir Maquet. Il giovanissima Davide Magnini è quinto.
In campo femminile i pronostici detti durante il briefing davano come testa di serie l’inglese Emily Collinge. La porta colori della Runner Varese non ha disatteso le aspettative e proprio nella rampa finale ha messo la freccia lasciando sul posto Samantha Galassi. La Collinge, ha vinto con il tempo 51’32", stabilendo il nuovo record. In seconda posizione si è classificata quindi Samantha Galassi accusando un ritardo di 12’’. Sul terzo gradino del podio sale l’atleta del Team Salomon Running, Stephanie Jimenez. Francesca Rossi e Serena Vittori sono rispettivamente quarta e quinta. SKYRACE – Spettacolo stellare anche nella Skyrace che contava un dislivello positivo di 1250 metri diluito in circa 18 chilometri di lunghezza. Dopo i primi due chilometri pianeggianti il percorso si è impennato verso la cima della Corna Trentapassi lungo una cresta molto tecnica e aerea. E’ stato l’atleta della Forestale Emanuele Manzi a transitare per primo sotto l’arco Red Bull della vetta, inseguito da Paolo Bert, e dai portacolori della Valetudo, Istvan Gyorgy Szabolcs e Ionut Zinca.
In campo femminile la trentina, azzurra della corsa in montagna, Antonella Confortola è transitata per prima in vetta alla Trentapassi, ma la rumena Denisa Dragomir nella seconda parte di gara ha preso il comando grazie alle sue doti da discesista. Debora Cardone in discesa lascia i freni e guadagna la terza posizione. La campionessa Emanuela Brizio corre in quarta posizione mentre Silvia Rampazzo per la terza piazza.
Tornando alla prova maschile Ionut Zinca in discesa vola come solo lui fa fare e prende la prima posizione sorpassando Paolo Bert, ed Emanuele Manzi. Ionut Zinca si affaccia sul Lago d’Iseo in prima posizione e taglia in mezzo a due ali di folla a braccia alzate fermando il cronometro in 1h41’43’’.
Conferma la seconda posizione Paolo Bert con il tempo di 1h41’47’’ mentre il forestale Emanuele Manzi è terzo. Il portacolori del team La Sportiva Michele Tavernaro è quarto mentre Gianfranco Danesi è quinto.
Nella gara al femminile Denisa Dragomir vola in discesa e va a prendersi la vittoria sotto l’arco l’arco d’arrivo con il tempo di 1h55’58’’. La rumena stabilisce così il nuovo record della Trentapassi Antonella Confortola conferma la seconda posizione in 2h02’15’’, Debora Cardone invece festeggia la terza posizione con il tempo di 2h03’53’’.
Va in archivio la prima tappa del circuito La Sportiva Mountain Running Cup 2015, la prossima sarà il 6 giugno a Lecco in occasione della ResegUp.  

Iscriviti alla newsletter


Mulatero Editore utilizzerà le informazioni fornite in questo modulo per inviare newsletter, fornire aggiornamenti ed iniziative di marketing.
Per informazioni sulla nostra Policy puoi consultare questo link: (Privacy Policy)

Puoi annullare l’iscrizione in qualsiasi momento facendo clic sul collegamento a piè di pagina delle nostre e-mail.

Abbonati a Skialper

6 numeri direttamente a casa tua
35 €per 6 numeri

La nostra sede

MULATERO EDITORE
via Giovanni Flecchia, 58
10010 – Piverone (TO) – Italy
tel ‭0125 72615‬
info@mulatero.it – www.mulatero.it
P.iva e C.F. 08903180019

SKIALPER
è una rivista cartacea a diffusione nazionale.

Numero Registro Stampa 51 (già autorizzazione del tribunale di Torino n. 4855 del 05/12/1995).
La Mulatero Editore è iscritta nel Registro degli Operatori di Comunicazione con il numero 21697

Privacy Preference Center

X