Peak Lenin, sogno di vento e ghiaccio

Su Skialper 108 un reportage con sci e pelli sul settemila del Kirghizistan

Si può decidere di fare il Peak Lenin (7.134 m), come prima vera esperienza con sci e pelli? Forse… «Arranco lentamente, ogni venti passi mi fermo e, appoggiato sui bastoni, con un paio di respiri più lunghi, cerco di rimettere il fiato a posto con i tempi. Poi riparto spingendo gli sci in un mare di bianco accecante. Il pendio non è ripido e la neve non è brutta, ma la quota trasforma ogni singolo movimento in una fatica immonda. Mi fermo più e più volte, e ogni volta il mio sguardo si fissa sulle mie due lame nere che trascino con i piedi e che fendono, anche cromaticamente, il manto candido della montagna che mi ospita. Non sono uno scialpinista e gli sci accoppiati sotto il mio respiro affannato mi ricordano solo anni passati, dove gli stessi, di altre forme e uso, giacevano inermi in attesa di affrontare le discese libere per le quali ero portato». Inizia così il racconto di Dino Bonelli sull’avventura sua e di cinque amici con sci e pelli sulla vetta dell’ex Unione Sovietica. La trovate su Skialper 108, disponibile in edicola e su app iOS e Android.


CINQUE UOMINI E UNA DONNA – Oltre a ‘Cala’ Cimenti, l’unico Snow Leopard italiano (onorificenza del leopardo, che viene riconosciuta dalla Federazione di Alpinismo Russa solo a chi ha scalato tutte le cinque montagne di 7.000 metri delle ex repubbliche sovietiche dell’Asia Centrale), insieme a Dino la scorsa estate c’erano anche Maurizio Basso, Joseph Sassano, Flavio Ferrero e Natalia Mastrota, 21 anni, nota nell’ambiente delle gare di skialp.

PEAK LENIN – Nel sud del Kirghizistan, è tecnicamente la più facile delle cinque vette sorelle, ma innegabilmente anche quella con più vento, parametro questo che ne abbassa drasticamente la percentuale di riuscita (raggiungono la cima solo il 20-25% dei pretendenti).

ANDATA E RITORNO IN 13 ORE E MEZZA – Dopo la salita dalla Normale, Cala Cimenti ha salito e disceso in velocità e in solitaria la via Arkin sulla difficile parete nord del Peak Lenin, per oltre 2.700 metri di dislivello.

DISPONIBILE ANCHE SU APP – Skialper di ottobre-novembre è disponibile nelle migliori edicole da questa settimana e già scaricabile su app. Per ogni info si può scrivere una mail o chiamare il numero 0124 428051. (Per la pagina abbonamenti cliccare qui). Per chi lo volesse acquistare la copia su smartphone o tablet, è sufficiente scaricare la app per iOS o Android e procedere all’acquisto direttamente in-app!

Qui trovi la presentazione completa del numero 108 di Skialper

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.