Paolo Rabbia porta a termine la traversata dei Pirenei

700 km con sci e pelli per l'alpinista cuneese

Paolo Rabbia ha completato la traversata dei Pirenei. Tutto in solitaria, con sci e pelli, da Sud verso Nord, dal Mediterraneo all’Atlantico, partendo dal Canigou, la montagna simbolo della Catalogna, per raggiungere il Pic de Orhy nei Paesi Baschi: 700 km, 32000 metri di dislivello in 29 giorni. Un vera solitaria, rispetto a quella che aveva fatto nelle Alpi, con pochissimi ‘incontri’ sul percorso. «E’ stata davvero durissima – spiega l’alpinista cuneese -, perché ho sempre avuto condizioni al limite, tra nebbia, bufere, manto instabile. In pratica bel tempo e neve bella l’ho trovata solo per tre giorni, ma se avessi aspettato le condizioni ideali sarei ancora a metà strada. Ho sempre organizzato tappe piuttosto lunghe con una media di dieci ore al giorno».

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.