Paolo Bert, profeta in patria

Vince ancora la Tre Rifugi Val Pellice

«E’ la mia gara: quando ero bambino venivo a vederla e sognavo di poterla fare. E poi ci sono tanti amici che la organizzano». Paolo Bert ha vinto per l’ennesima volta la Tre Rifugi Val Pellice. «Ma tutti dicono undici successi su dodici partecipazioni, in realtà sono tredici perché ho gareggiato una volta quando si disputava in coppia. In ogni caso mi piace questo record: è la gara di ‘casa’, sul percorso dove abitualmente mi alleno. E come lunghezza e dislivello è il ‘massimo’ a cui posso arrivare: non ho la gamba per le gare oltre le sei ore. Anche perché non posso vivere solo con la corsa in montagna e dunque devo conciliare gli allenamenti con gli impegni di lavoro: quattro o cinque uscite la settimana e qualche lungo riesco a farli, di più è molto impegnativo». Prossimi impegni? «Adesso mi fermo un po’, anche perché negli ultimi due mesi ero in gara tutte le domeniche. Poi sarò al via del Giir di Mont e cercherò di essere presente anche alla Red Rock, visto che sono ben messo, forse addirittura primo, nella generale del circuito La Sportiva».

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.