Paolo Bert e Denisa Dragomir primi alla Veia Sky Race

Nel vertical a segno Mattia Scrimaglia e Serena Vittori

Giornate piene alla Veia Sky Race, Trofeo Giampiero Bragoni in programma in Val Bognanco con tre gare nello scorso fine settimana.

VERTICAL – Centocinquanta gli atleti al via nel vertical a Bognanco Fonti. Sul tracciato di 3.4km e 1.100 metri di dislivello, affermazione dell’atleta di casa Mattia Scrimaglia con il tempo di 42’42”, mentre in campo femminile il miglior crono è quello di Serena Vittori del Team La Sportiva in 51’11”.
A completare il podio maschile secondo Cristian Minoggio (Valetudo) in 43’33”, terzo Ismael Borra (Atletica Fossano) 44’56", mentre in quello rosa salgono Christiane Nex (Atletica Calvesi) in 53’28” e Cecilia Pedroni (Trailrunners Finale Ligure) in 53’52”. Il trofeo Mario Ceschi va alla ASD Bognanco con i tempi di Mattia Scrimaglia e Davide Ciocca.

SKY – Nella gara lunga (31 km e 2600 metri di dislivello) subito grande bagarre: al GpM della cima Verosso (a quota 2.444 metri) passa per primo Daniel Antonioli con Paolo Bert che lo segue con una costante rimonta sull’ultimo tratto di salita. La tecnica discesa che in pochi minuti porta gli atleti al passaggio al Rifugio Gattascosa vede il portacori del Team La Sportiva all’attacco: prende la testa della gara e va a vincere in solitaria con il crono record di 3h07’22”, secondo Daniel Antonioli (C.S. Esercito) in 3h11’02”, terzo Dennis Brunod (Polisportiva Mont Avic) in 3h15’32”. A completare la top ten Szabolcs Gyorgy, Marcello Ugazio, Rolando Piana, Roberto De Lorenzi, Cristian Minoggio, Clemente Belingheri e Maurizio Fenaroli.
Gara femminile dominata dalle atlete della Valetudo con Denisa Dragomir a dettare il ritmo dall’inizio: una cavalcata sino al traguardo con il tempo finale di 3h44’26” (quindicesima assoluta), seconda la compagna di squadra Emanuela Brizio in 3h58’30”, terza l’altra rumena Valetudo Ingrid Mutter in 3h59’22”.
Quarta la britannica di passaporto, ma sudafricana di residenza Holly Page e quinta Gloriana Pellissier. Il trofeo Giampiero Bragoni è della Valetudo con i tempi di Gyorgy Szabolcs e Rolando Piana.

22 KM – Nella sky race di 22 km vittorie di Marco De Lorenzi (Capriaschese) su Damiano Belotti (Ossola Skyrunning) e Maurizio Mora (Atletica Verbano) e di Cecilia Pedroni (Trailrunners Finale Ligure) su Susanna Serafini (Azzurra Garbagnate) e Daniela Bona (Ossola Skyrunning).

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.