Oltre 300 skyrunners alla Becca

Mamleev, Mejia, Rabat assicurano lo spettacolo.

Domenica mattina partirà, questo è sicuro, la decima edizione della Becca di Nona. Non è altrettanto sicuro il percorso nel quale si daranno battaglia i migliori interpreti della corsa in montagna internazionale. Purtroppo le previsioni meteo non lasciano spazio all’ottimismo, solo domani mattina, Stefano Mottini prenderà la decisione definitiva. E’ chiaro che poi tutto dipenderà dalle condizioni meteo delle prime ore di domenica mattina. L’edizione di quest’anno, la decima sui 30 km della salita-discesa (2.562 metri di dislivello positivo), non vede un valdostano nella ristretta schiera dei favoriti. Sono, infatti, assenti sia Dennis Brunod, che si presenterà al via del 2° Tor des Géants, in programma a Courmayeur a partire dall’11 settembre, sia Gloriana Pellissier. La Pellissier non si è molto dedicata alle competizioni di corsa in montagna, ha preferito seguire un allenamento mirato in vista delle prossime gare di scialpinismo. Nella 10ª Salita-discesa si daranno battaglia: il russo naturalizzato italiano Mikhail Mamleev, già campione italiano 2011 di skyrunning; il camoscio messicano Ricardo Mejia, rivale storico già ai tempi del grande Bruno Brunod; il campione che proviene dai Pirenei Michel Rabat, attualmente secondo nella classifica generale della Mountain Running International Cup dopo il trionfo dell’anno scorso. Da segnalare il catalano Pere Aurell Bove, l’ex nazionale slovacco di scialpinismo Milan Blasko, il francese Jérôme Bosch, vincitore nel 2010 della sola salita, il valtellinese Daniele Zerboni, già 2° nel 2009 e 4° nel 2010, il pinerolese Paolo Bert, e tutta la squadra nazionale andorrana (Joan Valls Gomez, Oscar Casal Mir e Marc Casal Mir). Osservato speciale Franco Collé, affermatosi a luglio sulla 20 km del Gran Trail Valdigne. In campo femminile, con il forfait della campionissima del Centro sportivo Esercito di Courmayeur, Gloriana Pellissier, in pole position troviamo Emanuela Brizio, già vincitrice ad Aosta nel 2003 e 2010, con a seguire la catalana Núria Picas Albets in compagnia di Cecilia Mora, Raffaella Miravalle e Sonia Glarey. La startlist della 7ª Sola salita (15 km per 2562 metri di dislivello in salita) partono favoriti il fondista azzurro di stanza alla caserma Perenni di Courmayeur, Daniel Yeuilla, capace di affermarsi già nel 2008 e 2009, e il recordman del Vertical Km di Fully, lo svizzero Emmanuel Vaudan. Attesi nelle posizioni che contano della classifica anche i tre neo acquisti dell’Atletica Monterosa, Lorenzo De Albertis, Alex Romagnolo e Andrea Basolo, l’astro nascente dello scialpinismo valdostano Filippo Righi e i vari Matteo Stacchetti, Alessandro Plater, Diego Vuillermoz, Alberto Da Col, Luigi Cocito e Giancarlo Costa. In campo femminile, assente l’azzurra di sci nordico Elisa Brocard, si prospetta una lotta a tre tra la forte scialpinista svizzera Marie Troillet, la russa Vera Sukhova, vincitrice nella sola salita del 2006, e la nostra Enrica Perico, ottima 2ª nell’ultima Pontboset Skyrace andata a Cecilia Mora.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.