Monte Soglio a quota 726 iscritti

Nuovo percorso per il trail di 63 km in programma il 27 maggio

Nuovo percorso, più panorami, più emozioni, più fatica. Sono queste le parole d’ordine del Trail del Monte Soglio, che il 27 maggio riempirà di runner le vette intorno a Forno Canavese (To). Una gara mitica, che dà diritto a due punti per la qualifica all’Ultratrail du Mont Blanc 2013. Una gara che ha riaperto le iscrizioni fino allo scorso 15 maggio, nonostante le 600 adesioni, e ha raggiunto quota 726. Per il 2012, sulla base delle impressioni e segnalazioni raccolte dai concorrenti delle passate edizioni, è stata prevista una variazione del percorso che, in via generale, rende il Trail del Monte Soglio una gara più montana e complessivamente più tecnica. Viene sacrificato il passaggio dal Sacro Monte di Belmonte a favore di un prolungamento sui sentieri dell’Alta Via Canavesana sul filo dei 2000 metri.La modifica comporta, se pur in modo minimo, un aumento della lunghezza e del dislivello del Gir Lung, arrivando a 63 km e 3500m d+. Per quanto riguarda il Gir Curt, invece, nonostante che il percorso sia diverso, i valori rimangono invariati con 26km e 1400m d+. Nel dettaglio le modifiche interessano tre punti: il tratto Monte Canautà-Sentiero del Gallo, il tratto sentiero del Gallo-San Colombano Belmonte e il tratto Monte Soglio-arrivo. Molto suggestivo l’ultimo tratto. Percorrendo il tracciato dell’Alta Via Canavesana (trekking che da Forno porta a Ceresole Reale per poi proseguire sull’altro versante della valle Orco) si lascia il Monte Soglio alle spalle e si prosegue sul filo di cresta per circa 5 km fino a  raggiungere, passando per l’Alpe Uia (2010 m), il Colle della Croce d’Intror (1947 m). In questo tratto si raccomanda la massima attenzione in quanto il sentiero, essendo poco frequentato, a volte si riduce ad essere molto stretto. Dal colle, si abbandona l’AVC, per traversare sotto il Monte Angiolino e arrivare al Rifugio Peretti Griva sapientemente restaurato dal Gruppo Alpini di Corio (1830 m). Siamo al km 43,2 e anche qui c’è un panoramico ristoro. Al km 43,8 si attraversa l’alpeggio di Pian Frigerole (1798 m) con caratteristico passaggio all’interno di una stalla e da qui inizia la discesa su sentiero, man mano sempre più facile, fino Pian Audi (865 m), luogo dell’ultimo ristoro. Anche se ‘il grosso è stato fatto’, la gara non è finita e mancano ancora circa 13 km, 440 m d+ e 780 m d- per rientrare a Forno e per farlo si dovrà superare il Colle del Bandito. Per facili sentieri e strade sterrate si attraversano numerose borgate: Case Muggion, Case Trinità, Case Aggiorno, Località San Bernardo. Giunti al Bandito si gode finalmente della vista di Forno Canavese e, con la “planata” verso l’arrivo, si passerà nuovamente accanto al Mulino Val per un’ultima foto ricordo di una indimenticabile cavalcata sui sentieri dell’Alto Canavese.
www.trailmontesoglio.it

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.