Medaglia di legno per Antonioli: vince Rottmoser

Nel database gare di Ski-alper la classifica completa

ore 13.38 – A seguire commenti, cronaca, foto e classifiche dal nostro inviato a Pelvoux Guido Valota.

ore 13.35 – Il vincitore, il tedesco Rottmoser, è anche il primo Espoir. Secondo nella classifica Espoir è Robert Antonioli.

ore 13.30 –
Nei Senior maschile medaglia di legno per l’Italia: Robert Antonioli finisce quarto nella gara vinta dal tedesco Rottmoser davanti ai due svizzeri Marti ed Ecoeur. In campo femminile vince Anna Figura davanti a Nina Silitch, Mireille Richard, Valentine Fabre, Emelie Forsberg e alla nostra Elena Nicolini.

ore 13.25 – Penalità di 15" per Luca Faifer. Perde la medaglia d’argento, e Nadir Maguet sale sull’ultimo gradino del podio.

ore 13.15 – Tiratissima la gara Junior maschile. Oro al francese Corentin Cerutti,  argento per il nostro Luca Faifer, bronzo al tedesco Anton Palzer. Dopo un minuto si apprende che Faifer è sub-judice per  irregolarità nell’appoggio dei bastoncini a terra in zona.

ore 13.10 –
Prime medaglie nella sprint per l’Italia: nei Cadetti Davide Magnini si piazza secondo alle spalle di Thomas Corthay; Pietro Canclini è terzo. In campo femminile le nostre sono finite fuori dal podio. Nelle Junior femminile vittoria dell’andorrana Inka Belles Naudi davanti ad Alba De Silvestro. Natalia Mastrota fuori dal podio.

ore 13 – Semifinali Senior maschile: Robert Antonioli vince agevolmente la sua batteria ed è in finale. Eliminato invece Denis Trento, rallentato dall’apertura degli attacchi.

ore 12.45 – Robert Antonioli conquista la semifinale, controllando agevolmente la sua batteria e senza ‘tirarsi il collo’ in vista dei prossimi turni. In campo femminile Elena Nicolini conquista la finale con il terzo posto nella sua batteria, grazie ad un sorpasso in discesa in vista del traguardo.

ore 12.30 – Si inizia a fare sul serio, dopo le qualifiche individuali a cronometro. Al via i quarti di finale della gara sprint a Pelvoux in batteria ad eliminazione diretta. Quasi mezzo metro di neve in pista, tuttavia il percorso ha tenuto alla perfezione. Staremo a vedere ora, con le batterie da sei elementi con cui si correranno i quarti di finale. I Senior azzurri che hanno ottenuto il pass (Galizzi purtroppo è caduto perdendo uno sci) sono suddivisi in due delle cinque batterie maschili per i quarti di finale: nella prima (appena disputata) è passato Trento, secondo alle spalle di Rottmoser; Boscacci è quarto, precedetuto da Ecoeur. Nell’altro quarto di finale Robert Antonioli affronta Steindl, Tronvall, Radev, Gund e Jonsson. Primi due di ognuna delle 5 batterie in semifinale, più i due migliori terzi posti sul tempo di qualifica (Boscacci purtroppo già out essendo quarto di batteria). Per le Senior si tratta subito di semifinale. Purtroppo le due azzurre qualificate sono finite nella stessa batteria: Elena Nicolini e Alessandra Cazzanelli se la vedranno con Valentine Fabre, Figura, Maneglia e Maude Mathys. Per Cadetti e Junior sarà invece gara di finale ‘secca’. Nelle Cadette due ‘frecce’ all’arco azzurro: Laura Corazza e Giulia Compagnoni sfideranno Milloz, Meynet, Mueller e Druelle Fillon. Due finalisti anche tra i maschi, con Davide Magnini e Pietro Canclini, opposti a Martin, Chavanes, Corthay e Bertand Cervera. Tra gli Junior ben tre dei nostri proveranno a mettere in difficoltà panzer-Palzer: Maguet, Faifer e Pedergnana. In gara anche Hug e Cerutti. In campo femminile De Silvestro (qualificata nonostante una caduta) e Mastrota si giocheranno le medaglie con Belles Naudì, Mollard, Cicowska e Balet. A presto altri aggiornamenti.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.