Marmarole, l’altra Cortina

Su Skialper di agosto alla scoperta del selvaggio massiccio

«Cortina d’Ampezzo. Più che un nome di località sembra quasi una formula magica, che negli ultimi 50 anni, una volta pronunciata, ha avuto significati mai uguali: la perla delle Dolomiti, il punto migliore e più luminoso per viverle anche nella stagione invernale per l’elegante aristocratico riposo low profile anni Cinquanta e Sessanta, fino a diventare carta moschicida per parvenue e cafoni anni Ottanta e Novanta, che vivevano la montagna come la passerella invernale di sfoggio dei Rolex e delle Maserati». Inizia così l’articolo di Tommaso de Mottoni su Skialper 107. Un articolo, con le belle foto di Niccolò Zarattini, per partire a piedi alla scoperta di un angolo selvaggio di Dolomiti a pochi passi dallo struscio di Via Roma.

STAMBECCHI E FERRATE – Chi ama le Dolomiti e le viste di Cortina, ma non sente suo lo struscio che rappresenta, è pronto per imparare una nuova formula magica, una parola che da Cortina apre un portale dimensionale su un’altra realtà; su un mondo alternativo lontano anni luce da questa metropolina, ma che vi si affaccia, guardandola dall’alto. Senza presunzione, dall’alto perché sempre sopra i duemila. La parola magica, che potete tranquillamente svelare a tutti è Marmarole: un balcone con una vista che mette in imbarazzo. Lo sguardo si perde dal Gruppo del Sorapis al Cristallo, rimbalzando per i Cadini di Misurina e le Tre Cime di Lavaredo da un lato, dalla più accessibile e placida Val d’Oten dall’altro e quasi a toccare a oriente le altrettanto belle, selvagge e sconosciute Dolomiti Friulane, lungo l’Altavia 5. Si dorme in bivacco o ci si deve muovere velocemente, anche i tratti di ferrata non sempre sono completi e in condizioni buone ed è necessaria una dose di attenzione superiore a quella che si presta sugli itinerari più battuti, dall’altro lato è molto probabile che, anche in altissima stagione, gli unici incontri siano gli stambecchi che qui guardano ancora gli escursionisti con un distaccato stupore. Ecco perché su Skialper potrete trovare due proposte, una più lunga e una più corta, per partire a piedi alla scoperta… delle Marmarole.

DISPONIBILE ANCHE SU APP –
Skialper di agosto-settembre è disponibile nelle migliori edicole da questa settimana e già scaricabile su app. Per ogni info si può scrivere una mail o chiamare il numero 0124 428051. (Per la pagina abbonamenti cliccare qui). Per chi lo volesse acquistare la copia su smartphone o tablet, è sufficiente scaricare la app per iOS o Android e procedere all’acquisto direttamente in-app!

Per la presentazione completa del numero 107 di Skialper clicca qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.