Manca poco ai Mondiali di trail in Portogallo

Si annuncia una gara di altissimo livello

Sabato 29 ottobre in Portogallo è tempo di campionati del mondo di trail, organizzati da IAU e ITRA e dunque sotto l’egida della IAAF. Percorso di 85 km con in dislivello di 4680 metri disegnato nel parco naturale di Peneda-Gerês. Quaranta le nazioni presenti, ma chi sono i favoriti?

ITALIA – La squadra azzurra è stata ufficializzata da un mese. La scelta della direzione tecnica è stata quella di chiamare un numero di atleti ristretto rispetto al passato: cinque le atlete nella gara rosa, Lisa Borzani, Cristiana Follador, Simona Morbelli, Lara Mustat e Virginia Olivieri, e cinque in quella maschile Luca Carrara, Giuliano Cavallo, Giulio Ornati, Georg Piazza e Carlo Salvetti.

FRANCIA E SPAGNA – I team da battere sulla carta sono quelli francesi e spagnoli. Super squadra quella della Francia con Sylvain Court, Michel Lanne, Benoit Cori, Nicolas Martin, Ludovic Pommeret, Aurélien Collet, Caroline Chaverot, Nathalie Mauclair, Anne-Lise Rousset, Maud Gobert, Aurélia Truel e Sophie Gagnon. Non scherza anche la Spagna dove sono stati convocati Luis Alberto Hernando, Tofol Castaner, Cristofer Clemente, Pau Capell, Pablo Villa Gonzales, Yeray Duran, Maite Maiora, Azara Garcia, Gemma Arenas Alcazar, Oihana Kortazar Aranzeta, Uxue Fraile, Teresa Nimes Perez.

ALTRE NAZIONI – Gli Stati Uniti si presentano con un team che vanta un alto punteggio ITRA con Alex Varner, Ryan Bak, Mario Mendoza, Tyler Sigl, Jared Burdick, Yiou Wang, Devon Yanko, Larisa Dannis, Corrine Malcolm e Sabrina Little.
Tom Owens e Jo Meek sono i capitani della selezione britannica che può contare anche su Andy Symonds, Kim Collison e Sally Fawcett; formazione compatta, soprattutto al maschile quella tedesca con Stephan Hugenschmidt, Florian Reichert, Martin Schedler e Matthias Dippacher; la Svezia ha un super team femminile con Emelie Forsberg, Ida Nilson e Mimmi Kotka, mentre la Norvegia si presenta con Torbjørn Ludvigsen, Lars Erik Skjervheim, Didrik Hermansen, Malene Haukoy, Hilde Aders, la Svizzera con Urs Jenzer, Diego Pazos, Kathrin Goetz, Helene Ogi.
Nell’Argentina occhi puntati su Sergio Trecaman, Gustavo Reyes e Pablo Barnes, nell’Australia su Brendan Davies e Jonathan O’Loughlin, nel Canada su David Jeker, nell’Islanda su Thorbergur Ingi Jonsson, nel Giappone su Tetsuya Osugi, Masatoshi Obara e Yumiko Oishi
E poi il Nepal con due atleti conosciuti anche sui tracciati italiani, Bhim Gurung e Manikala Rai. E la Nuova Zelanda con Scott Hawker e Ruth Croft.
Infine la squadra di casa: i portoghesi puntano soprattutto su Luís Fernando Correia Fernandes, Armando Teixeira, Ricardo Jorge Gonçalves Da Silva, Ester Sofia Pereira Santos Alves e Natércia Silvestre.
 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.