Le gare del fine settimana in Italia, ecco come è andata

La Nazionale Fisky in raduno all'Amorotto Trail

175
Paolo Bert, primo al Segredont ©Cristian Riva

Le gare del fine settimana in Italia: ecco come è andata in alcune delle tante prove in programma; per tutte le classifiche vi rimandiamo come al solito al calendario.

TRAIL DEL SEGREDONT – In tanti alla settima edizione della gara del Gav Vertova: ben 353 al traguardo. Super sfida per la vittoria finale, un testa a testa tra Paolo Bert e Matteo Longhi: soluzione in volata con il piemontese della Valetudo davanti per soli tre secondi sul ‘local’ del Gav Vertova. 2h09’54” il tempo del vincitore dopo 23 km. Terzo Elia Balestra in 2h13’52”, quindi nella top ten Luca Arrigoni, Paolo Poli, Alex Lanfranchi, Giambattista Micheli, Alessandro Noris, Michele Persico e Denny Epis. Nella gara rosa sigillo di Lara Bonora che chiude in 2h48’24”; con lei sul podio Federica Giudici e Giuliana Arrigoni.

Lara Bonora © Cristian Riva

AMOROTTO TRAIL – Tappa del Trofeo Agisko BPER Appennino Trail Cup nell’Appennino Reggiano. Nell’AUT, la gara lunga di 68 km, vittoria di Lorenzi Naldi in 7h46’56”, davanti alla prima lady Cristiana Follador in 8h23’52” quindi Michael Caldera (8h32’11”), Roberto Rondoni (8h37’25”) e Davide Contini (8h49’48”). Nel Monte Valestra Trail (48 km) a segno Luca Carrara in 4h41’16” davanti a Davide Scarabelli in 4h57’11” e Marco Franzini in 5h00’18”, quarto il britannico Robbie Britton, quinto Luca Adorni. Ottava assoluta e regina della gara rosa Katia Fori in 5h36’59”. Nel San Vitale Trail (20 km), infine, vittorie di Eddj Nani e Cecilia Basso.

Gli azzurri della Nazionali Fisky, dopo il collegiale in gara all’Amorotto ©Facebook Amorotto Trail

TROFEO NASEGO – Doppio appuntamento a Casto. Si parte con il vertical, tappa del Vertical Eolo Cup. Affermazione da record per Patrick Facchini in 36’14”, davanti a Hannes Perkman (37’01”) e Bernard Dematteis (37’12”). Quarto posto per il fratello Martin Dematteis (37’44”), seguito dal veterano Emanuele Manzi (38’12”). Al femminile la regina del Vertical Nasego è la rumena Denisa Dragomir che ferma il cronometro a 45’10”. Seconda posizione per Ilaria Bianchi (46’52”), seguita da Elisa Compagnoni a 2’41” di distacco dalla vincitrice.
Nel Trofeo Nasego long distance, Alessandro Rambaldini non delude il pettorale che gli è stato affidato: è lui il numero uno e dopo l’attacco iniziale del keniano Mangata Kwemoi e del duo Kosgei-Simukeka, ‘Rambo’ recupera posizioni su posizioni, fino a tagliare il traguardo per primo davanti ad una folla in delirio in 1h37’01”. Secondo posto dunque per Isaac Kosgei (1h37’56”), keniano naturalizzato austriaco, e terzo Luca Cagnati (1h38’09”). Quarto posto a 1’03” il protagonista delle prime battute di gara Mangata Kwemoi, seguito da Bernard Dematteis che chiude in quinta posizione a 2’01 da Rambaldini. Al femminile sorride Alice Gaggi con tanto di nuovo record di gara in 1h55’15”. Secondo posto per la rumena Denisa Dragomir in 1h56’22” con la britannica Sarah Tunstall (2h00’17”) a completare il. Quarta Celine Lafaye (2h03’39”) seguita dall’azzurra Barbara Bani.

Il podio maschile del Trofeo Nasego ©Ufficio stampa Trofeo Nasego

VALLEVARAITA TRAIL – La gara cuneese ha visto il successo di Danilo Lantermino e Giulia Vinco. 1h41’36” il tempo del vincitore davanti a Gabriele Abate (1h45’33”) e Fulvio Fazio (1h52’36”), nella gara rosa 2h17’16” il crono della prima su Daniela Bonnet (2h21’57”) e Elisabetta Negra (2h24’22”).

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.