La Sportiva Mountain Running Cup prepara la finale

Domenica 6 settembre con la International Rosetta SkyRace

Circuito La Sportiva Mountain Running Cup 2015, tutto pronto per il gran finale con la International Rosetta SkyRace in programma domenica 6 settembre a Rasura, nel cuore della Val Gerola, per una spettacolare e tecnica competizione a fil di cielo che attraverserà alcuni degli alpeggi nel quale viene prodotto il famoso formaggio bitto.
A decretare i vincitori di un’edizione da record, un inedito anello da 22,4 chilometri disegnato all’interno del parco delle Orobie tra antichi sentieri e tecniche mulattiere. «Il bilancio in corsa è più che positivo, ora tutto è pronto per il gran finale con la gara proposta dallo Sport Race Valtellina, una new entry dal grandissimo potenziale – ha esordito Alessandro Tedoldi Athletes Coordinator di La Sportiva Spa -. Attualmente la classifica è apertissima a qualsiasi risultato. Al maschile troviamo al comando il primierotto Michele Tavernaro del Team La Sportiva, tallonato a soli 2 punti dal vincitore del 2014 Paolo Bert. In lizza per il terzo posto abbiamo il giovane lecchese Mattia Gianola del Team Crazy, seguito da un altro atleta di belle speranze, il rumeno Gyorgy Szabolcs».
Una finale tutta da seguire con una sfilza di campioni in grado di fare la differenza: «L’attuale leader delle Skyrunner World Series Tadei Pivk è quinto a pari merito con il vincitore della Rosetta 2014 Ionut Zinca. Al sesto posto la sorpresa ma non molto di Filippo Bianchi inseguito da un altro atleta tornato ad alti livelli quale Stefano Butti».
La finale di Rasura sarà decisiva per l’assegnazione del titolo perché il punteggio verrà aumentato del 20% oltre al fatto di premiare la costanza di chi ha seguito tutto il circuito con 10 punti per 4 prove e 20 punti per 5 prove. Verranno mantenuti i migliori 3 risultati ottenuti.  
«Al femminile guida la graduatoria la dominatrice della Rosetta 2014 Denisa Dragomir, atleta in forze alla Valetudo Skyrunning Italia, forte di 3 vittorie su altrettante gare alle quali ha preso parte. Al secondo posto una costante Debora Cardone che non è mai scesa dal podio nelle prime 4 gare. La portacolori del Team Crazy Raffella Rossi occupa la 3ª piazza seguita dall’atleta del Team La Sportiva Chiara Gianola». La situazione in questo caso è un po’ più delineata. «Se Denisa Dragomir replicherà la prova del 2014 in Val Gerola per le altre resterà aperta la lotta per le altre posizioni del podio».  
Numeri e livello, quindi, per un circuito che piace: «Dopo le prime 4 prove sono 1600 gli uomini e 170 le donne che hanno preso parte ad almeno una prova del circuito. Numeri in crescita rispetto allo scorso anno a conferma che il challenge piace sempre di più per le location che tocca e le organizzazioni di livello. Fino ad oggi ogni gara ha raggiunto il record di iscritti. Un bellissimo segnale è anche il rapporto che si è creato fra tutti gli organizzatori che cercano di essere sempre presenti alle altre gare del circuito sia in veste di atleti sia in veste di volontari. Questo spirito ‘famigliare’ è una delle prerogative de La Sportiva ed è con grande soddisfazione che notiamo che questo messaggio è passato fra gli organizzatori e gli atleti. – ha concluso Tedoldi -. La finale della Rosetta siamo più che sicuri sarà all’altezza delle aspettative in quanto il comitato Sport Race Valtellina sta organizzando tutto al meglio. Il nuovo percorso offre scorci stupendi e tratti tecnici come piacciono agli skyrunner di oggi. Sarà una grandissima festa e non mancheranno le sorprese. Nonostante il circuito 2015 debba ancora finire, stiamo già lavorando alla prossima edizione dove non mancheranno le novità». 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.