La 'prima' della Dolomiti Brenta Ultra Sky Marathon

Vittoria di Roberto Gasperi e Marcellina Dossi

Debutto per la Dolomiti Brenta Ultra Sky Marathon: 45 chilometri, con un dislivello di 2800 metri. Vittoria di Roberto Gasperi al termine di una gara tiratissima. Prima avversaria la nebbia: vittima una dei favoriti, Gianni Penasa subito al comando che sbaglia percorso nei pressi di Pizzo Gallino, con conseguente ritiro. In testa va dunque Gianmarco Bazzoni che passa per primo ai 1854 metri di Malga Spora e ai 2441 metri di Passo Grostè. Ma in discesa sbaglia strada, così come Manuel Degasperi, secondo con un distacco di sei minuti. Restano due i nuovi leader, Manuel Degasperi e Roberto Gasperi. Alle loro spalle l’attacco di Nicola Giovanelli: è primo al Tuckett e ai 2552 metri di Bocca di Brenta, il punto più alto della gara. Ma in discesa un nuovo colpo di scena: un problema fisico ferma la corsa di Giovanelli. Roberto Gasperi si ritrova al comando: allunga in discesa e tiene duro nel falsopiano finale che riporta a Priori di Cavedago (dove era stato pure dato il via alle 7 del mattino), tagliando il traguardo dopo 5 ore e 20 minuti di gara. Arrivo ex aequo per la piazza d’onore con Andrea Gottardi e Giuseppe Marazzi che tagliano insieme il traguardo con un ritardo di 13 minuti. In campo femminile Marcellina Dossi non è mai stata impegnata particolarmente dalle avversarie. Ha fatto gara in solitaria; seconda Simonetta Gadler e terza Anna Scarian.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.