In viaggio sulle Orobie per festeggiare 150 anni di CAI

Sul Sentiero delle Orobie anche in chiave culturale

Presso la sede centrale del Club Alpino Italiano a Milano è stata presentata l’iniziativa ‘In viaggio sulle Orobie’, alla presenza del Presidente generale del CAI Umberto Martini, del Consigliere nazionale del CAI Paolo Valoti e del Direttore della rivista ‘Orobie’ Pino Capellini. In sala anche quattro tra i partecipanti all’iniziativa: Mario Curnis, Martin Mayes, Silvio Combi, Ruggero Meles.

SLOW TREKKING –
L’evento prevede quattro giorni di cammino dall’ 11 al 14 luglio sulle montagne bergamasche per dodici compagni di viaggio, che hanno accettato di mettersi alla prova insieme condividendo rifugi, esperienze, racconti, cibo e la propria passione per la montagna. La traversata è stata organizzata dalla rivista ‘Orobie’ in collaborazione con la sezione CAI di Bergamo per celebrare i 150 anni di fondazione del Club Alpino Italiano e il 140° anniversario dalla nascita della Sezione di Bergamo.

SCAMBIO DI ESPERIENZE –
I partecipanti al trekking sono persone di varia estrazione, accomunate dall’amore per le Terre alte: il decano degli alpinisti bergamaschi Mario Curnis, il giovane alpinista Paolo Grisa, il suonatore di corno delle alpi Martin Mayes, il cuoco Ezio Gritti, il giornalista Leonardo Bizzaro, Marta Cassin, nipote e custode della memoria del grande alpinista Riccardo Cassin, il fotografo Matteo Zanga, l’urbanista e illustratore Albano Marcarini, la regista Paola Nessi, l’alpinista e insegnante Ruggero Meles, l’artista Sivio Combi. ‘Capo spedizione’ ed esperto dei luoghi è Paolo Valoti, Presidente dell’Unione Bergamasca delle Sezioni e sottosezioni CAI e consigliere centrale del CAI.

IL PERCORSO –
Teatro dell’iniziativa sarà il Sentiero delle Orobie lungo circa 84 km, la più classica traversata delle montagne bergamasche. La camminata partirà da Valcanale giovedì 11 luglio per poi chiudersi con la salita al Pizzo Redorta – seconda cima delle Orobie per altezza – e la successiva discesa a Valbondione. Durante il tragitto e nei rifugi si svolgeranno incontri, presentazioni, degustazioni e concerti aperti al pubblico.

PER CHI VORRÀ INCONTRARE IL TREK –
L’organizzazione e la logistica della spedizione multiculturale per queste quattro giornate è stat prevista per i soli promotori e componenti di questo ‘In viaggio sulle Orobie’, ma la partecipazione alla camminata nelle diverse tappe e gli incontri con i gli artisti, alpinisti e creativi della spedizione nei vari Rifugi sono aperti alla partecipazione di tutti le persone appassionate e interessate. Quanti intendono partecipare potranno farlo prenotando il soggiorno direttamente nelle tre strutture dove la spedizione farà tappa: Laghi Gemelli (0345.71212), Calvi (0345.77047), Brunone (0346.41235).  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.