Il ritorno di Anna Frost

Successo con record alla Transvulcania

Dopo due anni di lacrime, dopo la gara record del 2012 a La Palma, che l’aveva consacrata tra le grandi delle ultra-distanze, Anna Frost è tornata. Dopo due anni di infortuni, con la rinuncia alla Transvulcania 2013, ecco la neozelandese sul trono della ‘Isla Bonita’ con una gara ancora migliore di quella del 2012.

Anna Frost (Team Salomon) ha tagliato il traguardo della Transvulcania 2014 alle 14.12 con il tempo di 8h10.41. Meglio delle 8h11.31 del 2012, meglio delle 8h13.22 di Anna Frost nel 2013.  

Gara senza ostacoli la sua perché Emelie Forsberg ha dovuto ritirarsi a causa di una caduta. La svedese si è presentata al traguardo con il consueto sorriso e il braccio fasciato. A salire sul podio, in assenza di Emelie, ci hanno pensato la basca Maite Mayora Elizondo (La Sportiva), al debutto nelle ultra-distanze, con il tempo di 8h20.29 e l’altra spagnola Uxue Fraile (Vibram) con il tempo di 8h48.01. Migliore azzurra Federica Boifava, nona, che ha preceduto Alessandra Carlini.      

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.