GranSassoSkyrace a Serafini e Novaria

134 skyrunner in corsa nella prova di Campionato Italiano

Partenza in perfetto orario ore 8.30 per i 134 skyrunners, che andavano ad affrontare 2216 metri positivi distribuiti su quasi 23 chilometri, oltre al caldo dell’anticiclone africano di questi giorni. Al via molti eccellenti interpreti della specialità: Stephanie Jimenez, Silvia Serafini, Alessandra Carlini, Franco Sancassani, Raffaele Auditori e atleti provenienti da Belgio, Spagna, Lituania, Polonia, Francia, Inghilterra.  

LA GARA E I PASSAGGI –
Al primo rilevamento a Campo Imperatore transitava Fabio Ruga (Recastello Sky), seguito da Antonio Carfagnini (TeamTecnica SDS L’Aquila) a 15" e Franco Sancassani in terza posizione. Seguiva il gruppo compatto. Al suo interno le donne: prima Silvia Serafini  (Team Salomon Agisko), seguita a circa 30”da Stephanie Jimenez (Team Salomon Agisko) e da Francesca Domini (Montanaia Racing) a circa 1′.
Presso il Rifugio Garibaldi posizioni e distacchi erano praticamente invariati, con Fabio Ruga che transitava per primo seguito da Antonio Carfagnini e da Franco Sancassiani in circa 1h01′. In campo femminile conduceva sempre Silvia Serafini su Stephanie Jimenez e Francesca Domini.
Al terzo rilevamento, a Pizzo Cefalone (massima quota del percorso a 2533m), al comando transitava sempre Fabio Ruga, ma di stretta misura sul gruppo dei primi. Al Rifugio Duca degli Abruzzi avveniva il cambio al vertice della gara: Alessandro Novaria prendeva il comando in compagnia di Franco Sancassani, seguiti a breve distanza da Fabio Ruga e da Antonio Carfagnini.  

IL VERDETTO DEL TRAGUARDO –
La tecnica discesa finale risultava così decisiva e al traguardo ha infine prevalso Alessandro Novaria in 2h36’36" su Franco Sancassani (2h38’40") e Fabio Ruga (2h39’45"). Silvia Serafini in 2’58’56 ha preceduto Stephanie Jimenez (3h09’09") e Alessandra Carlini (3h20’57").

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.