Etna, sabato la Coppa del Mondo

Quarta prova di coppa in Sicilia

Il Trofeo Internazionale dell’Etna si disputerà sabato 20 febbraio, ma già dalla giornata di oggi sono previsti i primi arrivi delle nazionali che si contenderanno i preziosi punti della Coppa del Mondo. A Nicolosi, quartier generale della manifestazione, sono attese undici nazioni, Italia, Austria, Spagna, Francia, Svizzera, Andorra, Canada, Usa, Slovenia, Belgio e Germania per un totale di oltre sessanta atleti.
Alla gara, grazie alla possibilità di confrontarsi con i migliori atleti al mondo, parteciperanno circa cento atleti iscritti alla Fisi, provenienti da tutto il nord Italia. Dopo la vittoria di Kilian Jorner Burgada della Spagna alla prima tappa di World Cup a Pila, e dell’elvetico Florent Troillet a Claut, gli italiani sono chiamati a difendereancora una volta i colori azzurri. Guido Giacomelli, al rientro alle competizioni internazionali dopo l’infortunio al ginocchio della passata edizione, e già vincitore all’ultima prova di Coppa del Mondo a Gastlosen in coppia con Denis Trento, avrà tutte le possibilità di giocarsi ad armi pari il gradino più alto del podio. Manfred Reichegger vincitore dell’ultima Coppa del Mondo di scialpinismo, dopo le ottime prestazioni in Coppa Italia e con il titolo italiano appena conquistato, cercherà la vittoria dopo il terzo posto in Valcellina. Tra gli atleti che graviteranno nelle prime posizioni, ci sarà sicuramente Kilian Jornet Burgada, l’atleta spagnolo nelle ultime gare spagnole ha dimostrato di essere in buona forma fisica. Per quanto riguarda la categoria femminile, sembrerebbe che le azzurre Martinelli e Pedranzini, fresche del titolo italiano conquistato la scorsa domenica sulle montagne dell’Alpago, non abbiano troppe difficoltà a conquistare i primi due gradini del podio. Le atlete della Valtellina si dovranno difendere dalla spagnola Mireia Miro.
La gara, che in caso di maltempo sarà recuperata domenica mattina, è organizzata dallo sci club locale Sud Est ski team Aetna, con la collaborazione della Regione Sicilia, della Provincia Regionale Siciliana, e del Comune di Nicolosi.
Il tracciato di gara si svilupperà sul versante della Montagnola e del Rifugio Sapienza, le condizioni del percorso in questi giorni sono perfette, anche se è previsto un lieve peggioramento della meteo per il fine settimana. Stefano Mottini, responsabile del tracciato, lasciata la Valle d’Aosta, si trova a Nicolosi già da alcuni giorni per tracciare e supervisionare il percorso. “In questi giorni – dice Mottini – stiamo perfezionando la segnaletica lungo il percorso, abbiamo previsto cinque salite per un dislivello positivo di 1634 metri. Per aumentare la tecnicità della gara abbiamo inserito alcuni tratti da affrontare a piedi. Gli atleti non avranno l’obbligo di indossare l’imbrago, ma dovranno calzare i ramponi nei passaggi a percorrere a piedi. In quota abbiamo un’altezza costante di oltre due metri di neve. Il percorso è molto spettacolare, gli atleti sfioreranno i crateri del vulcano salendo sino a 2986 metri di quota. Penso che per una gara di scialpinismo sia una cosa abbastanza strana correre vicino ai crateri guardando il mare.”
Programma
Giovedì
Apertura ufficio gare
Arrivo atleti e accreditamento
Venerdì
Ricognizione percorso
ore 13.00 – Pranzo
ore 17.30 – Briefing Centro Congressi
ore 18.30 – Presentazione delle squadre nazionali
ore 20.00 – Cena Cena di gala
Sabato
ore 9.15 – Partenza gara
ore 11.00 – Premiazioni sul campo di gara
ore 17.30 – Premiazioni in piazza, a seguire cena e festa
Domenica
Recupero gara in caso di avverse condizioni meteo
Gita a Catania
Per scaricare le foto:
http://press.areaphoto.it/clienti/etna/gallery/index.html
Per maggiori informazioni:

http://www.scsudest.com/

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.