Emilie Lecomte regina del Tor des Geants

La nostra cronaca live dal TDG14

Dopo circa 30 ore di gara il Tor des Géants ha già emesso verdetti importanti. E i ritiri eccellenti sono tanti. Tralasciando il caso Canepa, tra gli uomini risultano avere abbandonato secondo fonti spagnole Oscar Perez, apparso già malconcio a Donnas, favorito e vincitore nel 2012, Salvador Calvo, Pablo Toca Criado e John Tidd, tra gli altri. Vediamo come è la situazione alle ore 16, seguendo gli ultimi dati ufficiali, che sono quelli dell’entrata e uscita dalle basi vita.

DOMENICA 7 SETTEMBRE ORE 20 – Il Tor des Géants si appresta a vivere la prima notte. Poco prima delle 20 il francese Lionel Trivel ha varcato i ‘cancelli’ di Rhêmes-Notre-Dames, transitando in testa alla gara maschile. La prova del transalpino è un po’ la sorpresa di giornata. Trivel infatti è entrato per primo anche alla base vita di Valgrisenche, dopo aver superato un Franco Collé che nel tratto tra la Thuile e Valgrisenche ha accusato un po’ di malessere. Collé sembra aver già risolto i problemi e a Rhêmes è transitato in seconda posizione, mentre al terzo e quarto posto ci sono gli spagnoli Oscar Perez – sempre applaudito dal pubblico – e Salvador Calvo Redondo. Quinto un sorprendente Paolo Rossi, transitato addirittura in seconda posizione a La Thuile. Pochi minuti prima dell’ingresso dei primi concorrenti nella base vita di Valgrisenche era arrivata la notizia che Franco Collé si era infortunato. Subito sembrano problemi tendinei-muscolari, poi, forse, solo un ‘colpo di caldo’. Collé è arrivato a Valgrisenche dove ad assisterlo c’era Marco Camandona. Poche parole, se non un secco: «sto meglio, vado avanti», poi subito fuori senza neanche una pausa. Gara avvincente in campo femminile. Francesca Canepa comanda la corsa, anche se la francese Emilie Lecomte è li vicino, ad una manciata di minuti. Canepa si è fermata parecchio tempo a Valgrisenche per farsi medicare i piedi. Le prime due donne sono già transitate a Rhêmes-Notre-Dames, mentre la terza non è ancora giunta.

LUNEDÌ 8 SETTEMBRE ORE 16 – La top 5 maschile vede il francese Lionel Trivel uscito alle 10.43 da Donnas, seguito da Franco Collé alle 11.51, in compagnia del francese Antoine Guillon. Alle 12.34 è uscito lo statunitense Nichademus Hollon e alle 12.39 il francese Christophe Le Saux. Il leaderbord ufficiale delle donne segnala ancora Francesca Canepa all’interno della base di Donnas in terza posizione ma a Ski-alper risulta che la valdostana si sia ritirata. Al primo posto c’è la francese Emilie Lecomte, uscita da Donnas alle 14.56, poi la svizzera Denise Zimmermann (15.57). Sono transitate da Chardonnet Lisa Borzani (13.35) e Federica Boifava (15.32).  

LUNEDÌ 8 SETTEMBRE ORE 22.15 – Continua la cavalcata di Lionel Trivel che è transitato da Miel alle 19.55 seguito alle 22.02 da Franco Collè e alle 22.06 da Antoine Guillon. 

 


MARTEDÌ  9 SETTEMBRE ORE 01.00 –
Continua la marcia di Lionel Trivel: il francese lascia in prima posizione la base vita di Gressoney. Alla sue spalle in direzione Gressoney è atteso Franco Collè, mentre al terzo l’altro francese Antoine Guillon con pochi minuti di ritardo dal valdostano. Confermato il ritiro dello spagnolo Perez, in quarta posizione è salito l’americano Nichademus Hollon, seguito a una decima di minuti dal francese Christophe Le-Saux.
Emelie Lecomte è sempre saldamente al comando con un’ora di vantaggio sulla svizzera Denise Zimmermann e due su Lisa Borzani. Chiara Colonnello è quarta, ma è uscita dal posto vita di Donnas solo alle 23.09, mentre quinta è la francese Corine Gruffaz.

MARTEDÌ 9 SETTEMBRE ORE 8.00 – Lionel Trivel è passato da St. Jacques alle 5.31 seguito da Franco Collé alle 6.44 mentre perde terreno Antoin Guillon, transitato alle 7.56. Più lontani Nichademus Hollon e Christophe Le Saux che non sono ancora transitati da St. Jacques. Tra le donne l’unica a essere passata e uscita da Gressoney è Emilie Lecomte, uscita alle 7.15. Seconda Lisa Borzani che è transitata alle 6.15 da Niel mentre la Svizzera Denise Zimmermann risulta uscita da Donnas alle 15.57 e non ancora passata per Gressoney. 

 


MARTEDÌ 9 SETTEMBRE ORE 14 –
Franco Collè è al momento leader della gara. Il francese Lionel Trivel è uscito per primo dal posto vita di Valtournenche con il valdostano alle sue spalle, con un 15′ di ritardo. Ma al rifugio Barmasse il francese si è di nuovo fermato a dormire, mentre Collè ha tirato dritto, passando così in testa alla corsa, in direzione Oyace. Terzo il francese Antoine Guillon, mentre da segnalare il ritiro di Bruno Brunod a Sassa per problemi di stomaco.
Emilie Lecomte guida sempre nella classifica rosa, ma alla sue spalle è salita Lisa Borzani.

MARTEDÌ 9 SETTEMBRE ORE 16 –
Tor apertissimo: a Cuney, Franco Collè passa alle 15.37, ad appena quattro minuti c’è il francese Lione Trivel, che dopo aver dormito un po’ ha ripreso con grande determinazione la sua marcia.

MARTEDÌ 9 SETTEMBRE ORE 18 – Emelie Lecomte continua la sua cavalcata solitaria. È l’unica donna transitata a Valtournenche, dove è entrata alle 16.39. Lisa Borzani, seconda, pochi minuti prima è transitata alla base precedente del Crest. Si è ritirata Fedeica Boifava. 

 

MARTEDÌ 9 SETTEMBRE ORE 19.20 – Dopo una giornata ad ‘elastico’ tra Franco Collè e Lione Trivel, il valdostano ad Oyas è in vantaggio di mezz’ora sul francese. Collè non ha dormito ancora molto, qualche micro-sonno e nulla più; Trivel si è fermato di più, ma è apparso comunque molto stanco. Sarà una notte dura al Tor: ha iniziato a piovere ed è calata la nebbia.

MARTEDI’ 9 SETTEMBRE ORE 22 – Il valdostano Franco Collé ha già lasciato la base vita di Ollomont. Una breve sosta, un pasto rapido prima di riprendere la marcia verso Bosses. Il francese Lionel Trivel – alle 22.30 – non ha ancora varcato i ‘cancelli’ di Ollomont. 

ARRIVI, HOLLON SECONDO AL TOR – Nichademus Hollon è il secondo Gigante che ha tagliato il traguardo a Courmayeur. Hollon ha fatto un recupero mostruoso nell’ultima notte passando i francesi Trivel, Guillon. Lo statunitense ha concluso i 330 Km e 24 mila metri di dislivello in 76 ore e 30 minuti. È arrivato ai piedi del Monte Bianco alle 14.30 ed è il primo atleta non europeo ad essere salito sul podio del Tor des Géants. Anche per lui, dopo le interviste di rito, è arrivata la chiamata per un controllo antidoping a sorpresa. 

GUILLON E LE SAUX INSIEME – Arrivo a braccetto per Antoine Guillon e Christophe Le Saux. I due francesi si sono fatti forza l’un con l’altro sulle ultime rampe del Tor. Guillon poi, ha preso un leggero vantaggio in discesa verso Courmayeur ma ha rallentato per attendere il suo compagno di squadra. Un bel arrivo con i due francesi che hanno tagliato il traguardo alle 17.02.

LECOMTE REGINA DEL TOR – Dopo 85 ore e 53 minuti la francese Emilie Lecomte ha vinto la gara femminile. E’ stata la prima non italiana a vincere l’endurance trail della Valle d’Aosta e ha abbassato il precedente record che apparteneva alla valdostana Francesca Canepa (88 ore e 12 minuti). 

GIOVEDÌ 11 SETTEMBRE ORE 9 – Lisa Borzani, dopo il secondo posto alla TDS si prende anche il secondo al Tor! 94h43’46” il suo tempo.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.