Debutta il circuito La Sportiva Vertical Sunsets

Quattro gare in Piemonte, sempre al tramonto

Si chiama La Sportiva Vertical Sunsets 2015 e debutta quest’anno nel panorama vertical. Quattro gare in Piemonte, tutte nel Torinese, con una caratteristica, quella della partenza al tramonto, alle 19.30.

QUATTRO SALITE – La prima tappa sarà a Piossasco il 20 maggio, con la Cronoscalata Monte San Giorgio: 1,8 km e 420 metri di dislivello percorrendo la  via più breve per raggiungere la vetta dal centro abitato. Secondo atto il 27 maggio a Porte con la Cronoscalata Fontana degli Alpini: sempre 1,8 km, con un dislivello di 300 metri. Il 10 giugno appuntamento con la salita al Pertusel a Villar Pellice su 2,7 km e 500 metri di dislivello, chiusura il 17 giugno a Pramollo con la Su per la Voouta di due chilometri e mezzo e 370 metri di dislivello.

CRONOSCALATA MONTE SAN GIORGIO –
Il via sul piazzale di fronte alla parrocchiale di San Vito che si trova nel borgo vecchio. Rampa su asfalto (via Rapida ai castelli) di circa 100 metri e deviazione sulla destra per imboccare il sentiero che sale alla vetta. Con alcuni tornanti e un breve tratto in piano si raggiunge la zona alta dei castelli di Piossasco. Gli imponenti ruderi del vecchio maniero sono in gran parte nascosti dalla rigogliosa vegetazione. Si raggiunge un bivio; si svolta a sinistra evitando dunque la diramazione di destra (via dell’acquedotto e poi Viul dell’Asu che scende verso la zona di San Valeriano). Brevissimo tratto in piano e si svolta subito a destra dove inizia la ripida del San Giorgio. Se si proseguisse diritto si raggiungerebbe il Colle della Serva posto a occidente della Vetta del San Giorgio. Il sentiero sale dunque diretto verso la vetta e qui le pendenze non hanno compromessi: sempre oltre il 20%. Bivio a destra (segnalato da un grosso omino in pietra) e si sale ancora fino a raggiungere la parte finale del percorso. Svolta a destra e si esce dal boschetto nella zona di lancio dei parapendii. Il sentiero corre sul crinale che conduce alla vetta. Il percorso si congiunge con la strada principale nei pressi del ricovero degli alpini. Ultima breve rampa verso la vetta in prossimità della croce, si svolta a sinistra e passando lungo la cappella del San Giorgio si raggiunge il traguardo.

 

1° tappa del nuovo La Sportiva Vertical Sunsets 20 maggio 20152° Cronoscalata al Monte San Giorgio – Piossasco
Posted by Vertical Sunsets on Martedì 24 febbraio 2015

CRONOSCALATA FONTANA DEGLI ALPINI – Partenza da piazza Martiri della Libertà, a intervalli di 30 secondi per concorrente. Si svolta a destra imboccando via Attilio Cantore in salita con pendenza media del 7%. Si prosegue su asfalto sino a raggiungere un complesso di villette. Si svolta quindi a sinistra su un rettilineo asfaltato con pendenza del 15-17% e si raggiungono le case di borgata Ghigetti. L’asfalto lascia il posto al sentiero: questo è il tratto più ripido e solo i più bravi riescono a correre. Una scalinata di terra di circa 80 metri costringe quasi tutti ad aiutarsi anche con le mani aggrappandosi agli alberi vicini. Il sentiero quindi si allarga e diventa acciottolato. Qui si riesce maggiormente a correre. Il sentiero s’incassa quindi fra due argini naturali e prosegue in salita corribile. Dopo un duro strappo corribile solo dai più bravi, l’arrivo giunge improvviso. Dopo il cartello che indica gli ultimi 150 metri: svolta a destra, ripida ma breve rampa ed ecco lo striscione finale.
 

 

2° tappa del nuovo La Sportiva Vertical Sunsets 27 maggio 201513° Fontana degli Alpini – PorteTorna a grande…
Posted by Vertical Sunsets on Domenica 8 marzo 2015

SALITA AL PERTUSEL – Start dalla piazza del Municipio di Villar Pellice: si inizia subito con 200 metri di asfalto che portano alle spalle del cimitero del paese dove inizia la mulattiera con muri a secco su di un lato di rara bellezza, questo tipo di terreno si sviluppa per circa 750 metri, attraversando località Courbira affacciata sulla Valle del Rospart. Quindi il percorso volge a sinistra e dopo un lungo diagonale e alcuni tornanti giunge in località Cougn. Il sentiero da qui sale ancora e sbuca letteralmente sulla strada asfaltata in località Cuccuruc, il percorso a questo punto si snoda per circa 500 metri lungo la strada asfaltata fino in Borgata Combal passando davanti ad una tipica fontana di montagna con lavatoio, una volta entrati nella borgata si ricomincia a salire attraverso un piccolo sentiero in mezzo alle baite che porta ad una strada decisamente larghe costruita in anni recenti per fare legna. Questo tratto è lungo circa 800 metri e si sviluppa su tornanti non troppo ripidi e una serie di diagonali per poi arrivare agli ultimi 200 metri su di un viottolo ricoperto da erba che dopo una serie di curve arriva al centro della Borgata Pertusel a 1181 metri davanti alla fontana.

SU PER LA VOOUTA – La cronoscalata di Pramollo prevede il passaggio sulla mulattiera denominata ‘le voute’ (le curve): per un breve tratto si costeggia la riva del torrente Risagliardo, poi ci si inerpica nel bosco fra castagni e faggi. Nell’ultimo tratto si raggiunge la borgata Pomeano, che fu una roccaforte valdese durante le guerre di religione e, successivamente, fu usata dai partigiani durante la Resistenza.

ISCRIZIONI – E’ possibile iscriversi nella sezione dedicata sul verticalsunsets.jimdo.com entro le ore 15 del giorno antecedente la gara. Saranno accettate iscrizioni fino a 30’ prima della partenza, presentando certificato medico e tessera. Il costo di ogni singola gara è di 8 euro per i preiscritti, 10 euro per le iscrizioni che giungeranno dopo il termine stabilito; è possibile effettuare un’iscrizione cumulativa scontata a 28 euro da versare al momento del ritiro pettorale a Piossasco.

SOLIDARIETA’ E RUNNING – Il circuito fa parte del progetto ‘I Run for Find The Cure’. Inoltre il denaro raccolto in occasione de ‘La Sportiva Vertical Sunsets’ sarà utilizzato per il progetto ‘Strategie psicoeducative efficaci per la comprensione e la gestione dei comportamenti Lesch-Nyhan’. Questo progetto della durata di 18-24 mesi e un costo stimato di 32.000 euro, prevede che due o tre operatori, con competenza nell’area della disabilità e delle metodologie osservative in ambito psicologico e psicopedagogico, si recheranno nei luoghi di vita dei bambini sparsi nel territorio italiano, mensilmente, nell’arco dei 18 mesi.
 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.