A Zakopane per l'assalto di coppa

Intervista a Teo Eydallin leader di coppa

A Zakopane tutto è pronto per il grande evento. E’ attesa neve in questi giorni, per cui il tracciato rimane ancora top secret. I tecnici stanno valutando percorsi alternativi, di certo sui Monti Tatra sarà allestito un tracciato molto tecnico. Oltre 150 gli atleti iscritti in rappresentanza di 13 nazionalità con una buona rappresentanza Italiana.  Il Memorial Piotra Malinowskiego non sarà valido solo per la finale di Coppa del Mondo ISMF ma anche per la Coppa della Polonia e Coppa Servizi Soccorso dei Tatra. Si preannuncia quindi una grande festa di fine stagione dotata della famosa “cytrynówka” una bevuta in grande stile.   Teo intanto come stai ? Ma io sto bene, tranquillo. La condizione c’è, sono bello carico. Dopo l’Adamello pensavo ti prendessi una pausa, addirittura hai vinto il Rutor su due giorni.  Io non sono il tipo che la domenica rimane a casa. Ho bisogno di tenere alto il ritmo e le motivazioni. Se poi resto a casa, il sabato sera vado a far festa con gli amici e ciao.  Sei il leader di coppa, obiettivo dichiarato ad inizio stagione ? Sinceramente puntavo molto alla gara in coppia dei mondiali. Dirti che la coppa del mondo era un obiettivo dichiarato non sarei sincero, diciamo che sono stato regolare per tutta la stagione e questo mi sta premiando. Ora sono lì e me la gioco sino in fondo.  Sabato sarà la gara più importante della stagione ? Ma no, a questo punto è una gara importante, ma non da vivere con l’ansia od il patema di dover far risultato. Darò tutto me stesso, ci mancherebbe, ma con serenità.  Come vivi la vigilia di un grande evento ?  io sono un tranquillo, ho capito poi che agitarsi non serve a nulla e sprechi solo energie per niente.  Hai preparato una strategia per questa gara, sarà anche un gioco di squadra ? C’è poco da preparare, qui si va alla morte. Non siamo nel ciclismo dove puoi metterti in scia. Dovessi andare in crisi, speri sempre nel compagno che ti dà una mano, ma questo a prescindere dalla finale di coppa, nello scialpinismo è sempre così, oggi tocca a me domani ad un mio avversario.  Hai fatto conteggi considerando i distacchi o si vedrà solo alla fine ? Ho provato a capirci qualcosa, ma con i discorsi degli scarti è un gran casino. L’unica cosa certa è che se anche vinco e Kilian arriva quarto la coppa è sua.  Qualcosa di simile anche con Bon Mardion. Alla fine siamo in quattro a giocarcela.  Noi ci saremo e comunque vada sarà un successo. Ah di questo puoi starne certo. Ci vediamo su.

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.