Verso la Transcavallo numero 31

Tanta neve in quota per la due giorni tra i monti dell’Alpago

La Transcavallo in programma il 22 e 23 febbraio sarà un momento agonistico importante, ma anche l’occasione per ricordare il suo fondatore Corrado Azzalini mancato la scorsa primavera.   

UNA STORIA PRESTIGIOSA –
«Solo continuando a organizzare nel migliore dei modi la sua gara – ha detto Vittorio Romor, presidente dello sci club Dolomiti Ski Alp – potremo onorare il lavoro che Corrado aveva fatto in questi trent’anni. Basti ricordare che sui monti dell’Alpago si è disputata nel 2004 la prima prova della prima Coppa del Mondo di scialpinismo e nel 2011 un’altra tappa di Coppa del Mondo che, di fatto,  ha chiuso il percorso iniziato con l’organizzazione dei Campionati Europei del 2009».

SI PUÒ GAREGGIARE ANCHE SUI DUE GIORNI –
La partecipazione alla gara veneta sarà possibile in due modalità: iscrizione alla due giorni, oppure l’iscrizione alla sola gara di domenica valevole come Campionato Italiano Top Class e come prova di Coppa Italia Trofeo Scarpa.  

ISCRIZIONI IN CORSO –
Per quanto riguarda la parte operativa della manifestazione sono già arrivate alla segreteria operativa le iscrizioni di 40 squadre.  Le iscrizioni per l’unica gara Fisi di due giorni rimarranno aperte fino al 17 febbraio, e al raggiungimento di altre 80 squadre non sarà più possibile iscriversi (max 120 squadre ammesse).  

TRANSCAVALLO GIOVANI –
Domenica mattina, oltre al Campionato Italiano Top Class, si disputerà la gara riservata ai giovani e intitolata a Ernesto Mazzoran per gli Junior e a Benito Saviane per i più giovani cadetti. I ragazzi saranno premiati con dei prestigiosi trofei creati da Raul Barattin, artista e atleta nato e cresciuto proprio tra i monti dell’Alpago. Il montepremi della manifestazione sarà diviso in base alle due gare e supera l’importo complessivo di 12.000€  

TANTA NEVE IN ALTO, E DA DOMANI ANCHE IN BASSO –
Il percorso si presenta in ottime condizioni. Solo i primi cento metri di dislivello non hanno moltissima neve, ma in quota il manto nevoso oramai supera i due metri d’altezza. I responsabili del tracciato sperano che già nelle prossime ore la quota neve si abbassi sino alla partenza di Col Indes.

Per maggiori informazioni e per iscriversi è attivo il sito www.transcavallo.it.

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.