Trofeo Iori: circa 250 skialper al via

Un successo di partecipazione per la gara di ieri sera

La strada forestale che da Alba di Canazei sale fino al rifugio Tobia’ del Giagher è stata illuminata ieri sera da 250 frontalini. Tanti sono stati infatti i partecipanti alla quindicesima edizione del ‘Trofeo Mario Iori’, organizzata dal rifugio Tobia’ del Giagher e dalla Bela Ladinia sulle nevi del Ciampac e valida come seconda prova della ‘Prowinter Cup’ e come prima tappa della ‘Raida Ladina’.
 
Una sfida, quella di ieri, che dal punto di vista agonistico ha registrato scintille, soprattutto nella gara maschile. Sui 3,8 chilometri e 684 metri di dislivello si sono dati battaglia infatti gli specialisti delle pelli di foca: Thomas Trettel dell’As Cauriol,  Ivo Zulian e Philip Goetsch dei Bogn da nia. Poco dietro, Alessandro Follador (Team Caverson Night) e l’altro asso della squadra di Ennio Dantone Marco Facchinelli. A spuntarla per un soffio, alla fine, è stato Zulian (32.13), seguito a ruota da Trettel (32.19) e Goetsch (32.27). Fuori dal podio Follador (32.36) e Facchinelli  (33.20).
 
In campo femminile, la vittoria è andata a Federica Osler (Arcobaleno), che con un tempo di 43.09 si è lasciata alle spalle Elizabeth Benedetti del Cauriol (43.22) e Carla Iellici dei Bogn da nia (43.35).
 
Nella classifica junior, a primeggiare sono stati Melanie Ploner (Badia sport) e Giovanni Lastei (Bogn da nia). Tra gli over, successo per Silvana Iori (Bela Ladinia) e Andreas Senoner (Peves Gherdeina).
 
Intanto il circuito ‘Dolomitisottolestelle’ si prepara ai prossimi impegni: mercoledì 16 gennaio doppio appuntamento al Cermis con la ‘Via del bosco’ (terza prova della Prowinter Cup) e a Ortisei con la quinta Pilat Moonlight ski tour.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.