Transcavallo, due gare pensando a Benito Saviane

Nella sala degli Affreschi della Provincia di Belluno si è svolta la conferenza stampa di presentazione della 27esima edizione della Transcavallo. Le nevi dell’Alpago, dopo aver assegnato i titoli europei lo scorso anno, domenica prossima sanciranno i nuovi campioni italiani di scialpinismo a squadre. Sono attese 150 squadre.
La novità più importante di questa edizione è la decisione di far disputare la gara in due giorni, la prima tappa, il sabato mattina, leggermente più breve rispetto alle normali gare di scialpinismo e la seconda tappa, domenica valevole per l’assegnazione dei titoli nazionali. Nella prima tappa potranno correre anche i giovani, un’occasione importante, soprattutto per i ragazzi Davide Pierantoni e Matteo De Min, appartenenti al comitato veneto che potranno giocarsi la convocazione di nazionale per gli imminenti Campionati del Mondo. I Campionati si disputeranno in Andorra i primi giorni di marzo. La 27^ edizione della Transcavallo, per volere dei membri del Soccorso Alpino locale è intitolata alla memoria di Falco.
Corrado Azzalini, coordinatore della manifestazione, nel suo saluto ha voluto ricordare l’amico Benito Saviane, scomparso la scorsa notte. “Benito era uno di noi – dice commosso Azzalini – non mi ricordo un’edizione della Transcavallo senza Benito. La Transcavallo, sono sicuro, lo ricorderà nel migliore dei modi. Il mio compito è di coordinare tutte le persone che si impegnano all’interno del Comitato, forse il mio è il lavoro più semplice. Mi sento di ringraziare tutte le istituzioni e tutti i volontari, singoli o appartenenti alle associazioni, che rendono possibile la buona riuscita della manifestazione.”
La Transcavallo, che ha promosso una candidatura per poter disputare una prova di Coppa del Mondo il prossimo anno, si avvale della collaborazione della Regione Veneto, della Provincia di Belluno, della Comunità Montana dell’Alpago, del Comune di Tambre, del Bim e dell’Enel. Per quanto riguarda gli aspetti puramente tecnici le tappe sono supportate dal Soccorso Alpino, dalle Truppe Alpine, dalla Forestale, dai Vigili del Fuoco, dalla Pro Loco di Tambre, dal Cai Alpago, dai radioamatori del Radio Club Zanon e dallo sci club Dolomiti ski-alp. Per quanto riguarda le previsioni meteo e l’analisi del manto nevoso sono affidate ai tecnici del Centro Valanghe di Arabba che monitoreranno l’intero percorso di gara mercoledì.
Il Colonnello Del Favero, ha assicurato che anche nel prossimo fine settimana le Truppe Alpine, partner fondamentale lo scorso anno per gli Europei, saranno presenti in Alpago con uomini e mezzi per dare quel valore aggiunto alla manifestazione che sarebbe difficile avere in altri modi .
L’assessore provinciale Lorenza De Kunovich, portando i saluti del Presidente della Provincia ha sottolineato l’importanza di queste manifestazioni per la Provincia di Belluno. “Devo ringraziare gli organizzatori di queste manifestazioni strettamente legate al territorio – ha detto l’assessore – con il loro lavoro e la loro passione riusciamo a far conoscere le bellezze della nostra Provincia e diamo un’idea positiva delle nostre Montagne.”
La Transcavallo, come tutte le manifestazioni di scialpinismo di un certo livello viene svolta sotto la supervisione della Federazione Italiana Sport Invernali che ne garantisce gli standard di sicurezza e di buona organizzazione sotto tutti gli aspetti. “Dobbiamo fare squadra – esordisce Roberto Bortoluzzi, presidente del Comitato Veneto della Fisi – dobbiamo cercare, non solo di organizzare queste incredibili manifestazioni agonistiche, ma dobbiamo far crescere l’intero movimento nel nostro territorio. Insieme alle istituzioni dobbiamo lavorare per portare nel Veneto il centro dello scialpinismo, sfruttando anche la conoscenza delle nostre montagne. Ben vengano queste manifestazioni, ma cominciamo anche a pensare di accogliere tutti gli appassionati della montagna anche con percorsi pensati ad hoc, e con tutte le attenzioni necessarie affinché non si corrano inutili rischi.”
“Lo scialpinismo in Alpago, grazie ai Campionati Europei e ai prossimi Campionati Italiani è sicuramente cresciuto – dice Oscar Facchin sindaco di Tambre – anche l’Alpago stesso, crede molto in questa disciplina e guarda alla promozione turistica attraverso queste manifestazioni. Lo scialpinismo è l’espressione migliore per poter valorizzare il nostro territorio. Questi appuntamenti devono essere un punto di partenza per sviluppare progetti più ampi, uno su tutti la scuola di scialpinismo.”
La presentazione si è conclusa con la descrizione degli aspetti più tecnici di questo Campionato Italiano, prima delle spiegazioni di Vittorio Romor, presidente dello sci club Dolomiti ski-alp, ha preso la parola Mario Mafreda in rappresentanza del Bim Piave, “Sono ventisette anni che queste persone lavorano per promuovere lo sport, con lo sport, la promozione del territorio e la promozione del turismo. Noi siamo ben lieti di aver sostenuto e di sostenere questa manifestazione, e lo faremo sempre. Queste manifestazioni devono diventare elementi importanti e fondamentali per il nostro territorio, non basta e non è sufficiente solo la Transcavallo, nella nostra Provincia i tempi sono maturi per prendere in mano queste iniziative e fare in modo che queste iniziative diano alla nostra montagna visibilità e soprattutto un’ identità.”
Il primo passo verso l’assegnazione dei prossimi titoli italiani è stato fatto, ora si attende che i responsabili del percorso facciano le ultime analisi per decidere dove far passare gli atleti.

Programma della manifestazione

Venerdì 12 febbraio
Dalle 15.00 alle 21.00 accreditamento squadre e giovani
19.00 breafing tecnico della gara di sabato 13 febb.

Sabato 13 febbraio
7.30 – 8.00 accreditamento solo per la categoria giovani valida per la Coppa Italia
9.00 gara giovani 4° memorial “E. Mazzoran” 900-1.200 m disl. Coppa Italia giovani
9.30 gara assoluti a squadre su percorso attorno ai 1.200 m disl (1h -1h ¼ circa) – con percorso corto ma altamente tecnico.
12.30 – 14.00 Pranzo conviviale presso la palestra comunale
15.00 – 17.30 accreditamento squadre iscritte al solo Campionato Italiano a squadre
18.00 breafing tecnico Campionato Italiano a squadre
18.30 – 19.00 in piazza premiazioni di giornata e presentazione squadre di prestigio per la gara di Campionato Italiano a squadre

Domenica 14 febbraio
7.30 – 8.30 ritrovo a Col Indes per punzonatura e controlli.
9.15 località Pian Grant partenza gara Campionato Italiano a squadre su percorso classico da 1.880 m (3.760 complessiva)
12.30 – 14.30 Pranzo conviviale presso la palestra comunale
15.00 Premiazioni complessive.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.