Super trekking dei poveri

Incredibile e forse vero: scoperto un insediamento salasso

Sabato, durante un tentativo di super trekking fra Val Soana e Valchiusella, – in realtà avremmo dovuto, Idalba ed io, percorrere le 15 cime che dalla Quinzeina, la prima montagna sul Canavese, vanno fino al Monte Marzo sopra Piamprato – con tanto di tendina da bivacco al seguito, siamo stati dirottati a causa della nebbia in una valle laterale molto poco frequentata dove per puro caso ci siamo ritrovati in un sito molto simile a quelli visitati e descritti in Valle d’Aosta.
Non c’era alcun dubbio che il popolo Salasso fosse insediato fra Canavese e Valle d’Aosta ma sino ad ora solo in valle erano stati scoperti e catalogati dei veri e propri insediamenti che noi abbiamo descritto sul numero 76 di Ski-alper dopo averli visitati sia in estate che in inverno con gli sci.
Come abbiamo detto, sabato, in una zona completamente fuori dal mondo e dai sentieri battuti, ci siamo ritrovati su un terrazzamento sopra i 2000 metri in cui erano visibili tracce di basamenti di abitazioni del tutto simili a quelli da noi visitate sul Tantané e al Col Pierrey. Stessa tipologia costruttiva, stessa disposizione su un ripiano a metà pendio con ampia veduta sulla Val Soana e su altre montagne sulle quali da anni raccogliamo documentazione in materia.
Ovviamente non abbiamo la certezza che si tratti veramente di un antico insediamento salasso ma se lo paragoniamo ai siti della Valle d’Aosta possiamo quasi esserne certi, fatti ovviamente altri approfonditi sopralluoghi…

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.