Sudtirol Ultra Skyrace ancora a Daniel Jung

Al femminile Maria Kemenater manca di 25 secondi il record

Anche nel 2017 il vincitore dell’Südtirol Ultra Skyrace è Daniel Jung. Il 34enne di Laces ha completato il percorso di 121 chilometri e 7554 metri di dislivello lungo l’alta via Hufeisentour nelle Alpi Sarentine in 18h33’12”. Al femminile affermazione di Maria Kemenater che con un tempo di 21h58’18” ha mancato il record del percorso per miseri 25 secondi.   
Già al via Daniel Jung è partito velocissimo. Assieme al tedesco Philip Reiter ha dettato il ritmo ai circa 210 concorrenti fin dall’inizio. Dopo il tragitto di controllo del Corno del Renon, Jung ha aumentato ancora la velocità, al Passo Pennes aveva un tempo migliore di venti minuti rispetto allo scorso anno e alla malga Ebenbergalm aveva un vantaggio sui suoi concorrenti di quasi un’ora. A partire dal 75esimo km, però, il venostano ha iniziato a soffrire della fatica delle ultime settimane: due settimane fa, infatti, Jung aveva partecipato alla Eiger Ultra Trail e non si era ancora completamente ripreso. «Ho rischiato tutto perché volevo assolutamente battere il record del percorso: sono entrato in crisi e non sono riuscito ad uscirne fino al traguardo. Ho cominciato a non dar più importanza al tempo, l’unico obiettivo è diventato raggiungere il traguardo», ha raccontato Jung, che ha dedicato la vittoria a sua sorella Elisa, che ha compiuto gli anni sabato. Al secondo posto si è classificato il tedesco Philipp Reiter, con un ritardo su Jung di 50 minuti. Il terzo posto è andato a un altro altoatesino, Oswald Wenin in 19h37’39”.
Anche nella prova rosa Maria Kemenater ha condotto la gara dal via al traguardo. A lungo è sembrato che la 46enne della Val Sarentino riuscisse a stabilire un nuovo record del percorso. «Se avessi saputo che mancava così poco, non mi sarei fermata all’ultimo ristoro ma avrei continuato a correre», ha scherzato la vincitrice, che nello scorso anno aveva trionfato sulla distanza media. 

SÜDTIROL SKYRACE – Stefan Tschurtschenthaler a segno sulla distanza media  (69 km/3930 m D+) in 7h34’49”, lasciando ad Alfred Psenner il secondo posto. Mattia Depaoli ha completato il podio. Nelle donne ha vinto Daniela Oemus, ex-campionessa giovanile tedesca nei 10.000 metri e nel cross, con il tempo di 8h32’12”, nuovo record del percorso. Al secondo posto, come l’anno scorso, Regina Spiess, che, con un tempo di 9h04’28”, rispetto allo scorso anno è migliorata di quasi un’ora. Al terzo posto si è affermata la vincitrice della Südtirol Sky Marathon 2016, Birgit Klammer (9h06’37”).   

SÜDTIROL SKY MARATHON – Nella prova di 42,2 chilometri e 2863 metri di dislivello successo dall’austriaco Daniel Rohringer in 4h14’49”, piazza d’onore per Hannes Perkmann, in 4h17’32”, terzo Martin Psenner, in 4h27’57”. Nelle donne prima Lorenza Bortoluzzi in 5h38’29”. Al secondo posto, con un ritardo di 6’27”, Gertraud Höllrigl. Sul terzo gradino del podio è salita Antonia Winkler in 5h49’44”.
 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.