Skialp a luglio con la neve di aprile

Ecco le zone dove si scia ancora bene. Anzi, benissimo.

Le temperature si sono alzate solo negli ultimi giorni e restano ancora molto gradevoli in montagna.  Ma nei giorni precedenti lo scorso week end la neve è scesa fin sotto i 2000 metri, specialmente nel Nord Est. E’ rimasta un po’ più alta altrove, ma in quota tutti hanno trovato neve nuova  fredda, perlomeno in salita. Tutti hanno segnalato condizioni tardo primaverili in discesa.  

Nel gruppo del Bianco sabato sono caduti circa 50 centimetri di neve oltre i 3000 metri, e per qualche giorno persistevano condizioni proibitive di freddo e vento per la vetta. Poi sono ripartite le cordate per la cima, ed ora la salita dai Trois Mont Blanc è tracciatissima ed in ottime condizioni. Si passa facilmente la terminale per il Tacul e anche il breve tratto ripido per il Col du Mont Maudit è elementare.

Avviso ai naviganti senza sci: è aperto il nuovo rifugio del Gouter e il vecchio è stato chiuso. Nuova regola: chi sale senza prenotazione paga 90.00€, niente cena, e dorme sul pavimento. I furbi sono avvisati…ma come faranno quelli che escono tardi dalle vie lunghe, o in difficoltà?  

Grande traffico sulle cime del Rosa Vincent, Parrot, Gnifetti e innevamento addirittura migliorato, con discese in neve polverosa nel week end. Con gli sci fino alla funivia dell’Indren.  

Ha nevicato anche in Presanella, quindi la normale sciistica resta in ottime condizioni da pochi minuti dopo il Denza. 

Dal Passo Gavia si portano gli sci pochi minuti, poi via libera per Tresero, San Matteo, Dosegù, anche se in Val Dosegù la neve si assottiglia.  

In Svizzera il Grand Combin è in condizioni tardo primaverili e firn prevalente. Si mettono gli sci a circa 2400 metri nel vallone sotto la Panossiere, e l’ innevamento è continuo dal rifugio. Molta neve in quota, un po’ di ghiaccio affiorante sopra il Couloir du Gardien.  

Il Fletschorn è sciabile praticamente dall’auto  sul versante Gruebugletscher. Traffico sulla Nord Est in salita, e ormai un po’ meno in discesa. La neve quasi invernale dei temporali serali è uno strato sottile che appoggia su neve molto dura e rigelata dopo le scaldate del sole di luglio. È  però ancora sciabile la Nord Est del Sengchuppa su Rossboden e quindi Simplon Dorf, chiudendo così l’anello versante Sempione.  

Molto gettonate le gite sui 4000 del Vallese dalla Britanniahutte sopra Saas Fee, comodamente raggiungibile con l’impianto. Su Strahlhorn, Rimpfitschorn e Allalinhorn si è sciato su 30 centimetri di neve quasi invernale, e al ritorno si risale alla Britannia ancora sci ai piedi!  

Dal Nufenenpass si parte ancora con gli sci da 1950 metri sul versante Nord per il Blinnenhorn 3373, per la Punta dei Camosci, e viene segnalato innevamento per almeno altre due settimane dal lago di Gries. Arbola ben innevata e tracciata.
Ottime condizioni anche sulle classiche dei passi svizzeri dal Belvedere sopra Gletsch. Al Sustenhorn sono saliti a decine.  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.