Ski Race Valle Aurina

A Rio Bianco vince Friedl Mair

Rio Bianco-Valle Aurina – Lo specialista di scialpinismo Friedl Mair di Falzes, che corre per l’ASV Tures, è stato il migliore della terza edizione dello SkiAlpRace Valle Aurina con il tempo complessivo di 1:12:43. Dopo le forti nevicate e le temperature alte, il tracciato originale è stato modificato per ragioni di sicurezza, dopo che i responsabili avevano avvertito pericolo di valanghe nella parte alta del percorso. Dopo un secondo ed un sesto posto nelle scorse edizioni, Mair, che ha rifiutato più volte la convocazione in nazionale, diventa così l’erede del campione locale e atleta della nazionale italiana Manfred Reichegger, vincitore delle prime due edizioni della gara in Valle Aurina. Gli altri atleti sul podio: Alessandro Follador e Alexander Fasser, rispettivamente con un distacco di 4’01” e 4’27”. La migliore in campo femminile è risultata Andrea Innerhofer di Gais/Val Pusteria con il tempo di 1:42:07.

In confronto alle scorse due edizioni, quella di oggi è stata la meno combattuta, visti i risultati molto netti sulla linea del traguardo. 114 atlete ed atleti hanno partecipato alla terza edizione, la gran parte proveniente dal Norditalia, dato che si trattava di una gara nazionale FISI. L’appuntamento era però anche il primo di cinque in programma per il Trofeo Alto Adige, il che è alla base della nutrita partecipazione di atleti locali.

La partenza è avvenuta a Rio Bianco a quota 1.370 m, dove la zona di partenza era completamente rinnovata rispetto alle edizioni precedenti, per non intralciare la pista di slittino fino al bivio verso la Val Mitterberg. I partecipanti sono stati accolti da una pioggerella sottile e 2 gradi sopra lo zero, condizioni non proprio ottimali per una competizione del genere. Originariamente, il tracciato conduceva a Malga Mitterberg, poi sul giogo che la separa da Malga Innerhofer, punto dove si riapplicavano le pelli di foca. La seconda, dura salita verso Monte Corno a 2.475 m, il vero criterio della gara, quest’anno non si è potuta affrontarla causa pericolo valanghe in seguito alle nevicate ed alle temperature alte dei giorni scorsi. Saltato quindi anche il pezzo, dove era prevista ed obbligatoria la progressione con gli sci legati allo zaino. In alternativa, prima della parte finale, si è passati sul tracciato degli Juniores, bypassando a quota 2.200 m la vetta. Da qui è poi iniziata la lunga discesa verso il traguardo, che comunque, viste le condizioni del manto nevoso, è stata tutt’altro che facile. Interessante nuovamente il cambio pelli a 50 m dal traguardo a Malga Marxegger.

In tre delle quattro categorie principali non c’è stata storia, dato che il fortissimo Friedl Mair si è praticamente subito dileguato, passando per primo e da solo tutti i punti di controllo. Nessuno dei suoi concorrenti è riuscito a tenere il suo ritmo, tanto da arrivare al traguardo con oltre 4 minuti di distacco su Alessandro Follador  e 4 minuti e mezzo sull’Austriaco Alexander Fasser.

Più drammatica invece la gara in campo femminile senior, dove la trentina Orietta Calliari e la pusterese Andrea Innerhofer si sono scambiate rovesciamenti di fronte, dato che Calliari faceva il passo in salita, mentre Innerhofer era più veloce in discesa. Visto che il traguardo è alla base dell’ultima lunga discesa, Andrea Innerhofer ha colto l’attimo, precedendo Orietta Calliari di ben 51 secondi sulla linea d’arrivo. Terza Birgit Stuffer di Colle Isarco.

In campo giovanile, il bellunese Matteo De Min ha fatto gara a sè, portando a casa il massimo dei punti, battendo l’atleta di Sarentino, Winfrid Thaler, di oltre 5 minuti. Terzo il trentino Lorenzo Zanghellini.

Sola invece nella propria categoria, Stefania Casari dalla Val di Gresta, che ha così vinto in maniera incontrastata, la categoria Juniores femminile.

Molto soddisfatto è anche il presidente del comitato organizzatore, Andreas Huf, che assieme al suo staff, quest’anno era anche sotto osservazione da parte della federazione internazionale dello scialpinismo ISMF. L’obiettivo è quello di entrare a far parte del cerchio ristretto di organizzatori di livello internazionale, primo passo per poter raggiungere il secondo, più importante obiettivo: la coppa del mondo. „Abbiamo ambizioni di alto livello e siamo disposti ad investire parecchio per realizzarle“ dice Andreas Huf, annunciando di aver già spedito la candidatura per la Coppa del Mondo nell’autunno scorso.

Dati relativi alla gara:
3a edizione dello Ski Alp Race Valle Aurina
Luogo: Rio Bianco, Comune di Valle Aurina
Numero partecipanti: 114 in totale, 107 Uomini, 7 Donne,
Partenza: Rio Bianco (1.370 m), Punto più alto: sotto la cima di Monte Corno (2.200 m), Traguardo: Malga Marxegger (1.765 m)
Orario partenza: 09.30 h categorie giovanili, 10.00 h categorie senior
Condizioni meteo: Partenza: +2 gradi, pioggerella fine, Traguardo: 0 gradi, leggera nevicata

Risultati:

Senior maschile:
Mair Friedl                   ASV Taufers     1:12:43
Follador Alessandro    Dolomiti Ski        + 4:01
Fasser Alexander         Austria                 + 4:27

Senior femminile:
Innerhofer Andrea       ASV Taufers            1:42:07
Calliari Orietta            Brenta Team               + 0:51
Stuffer Birgit                ASV Colle Isarco      + 11:29

Juniores maschile
De Min Matteo              Dolomiti Ski       1:08:19
Thaler Winfrid               Brenta Team         + 5:22
Zanghellini Lorenzo     Cima Dodici        + 13:48

Juniores femminile
Casari Stefania             Cauriol                1:57:43

Espoir Männlich
Pierantoni Davide          CAI Schio          1:22:56
Weissteiner Stefan          Brenta Team       + 4:16
Facchini Mattia              Brenta Team     + 25:10

Masters femminile
Sartogo Monica              US Aldo Moro   1:54:54

Masters maschile
Weger Hubert                ASV Taufers       1:28:55
Stifter Hartmann          ASV Taufers       + 0:19
Steiner Anton                ASV Martell       + 0:49

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.