Si corre la TDS aspettando l’UTMB

Il via questa mattina da Courmayeur sul nuovo percorso, attesa per la gara regina di venerdì

La partenza della TDS ©UTMB/Zoom Agènce

Mentre si sta correndo la TDS, entra nel vivo la settimana dell’UTMB, con la partenza della gara regina venerdì pomeriggio e alla mattina il via della CCC da Courmayeur, poi giovedì sarà la volta della OCC. La TDS 2019 è una gara ricca di sorprese, con un percorso tutto nuovo, passato da 120 a 145 km. I favoriti? Lo spagnolo Pablo Villa, in testa dopo poco più di 9 ore di gara, il russo Dimitry Mityaev, l’altro spagnolo Tofol Castaner, ma anche i connazionali Jordi Gamito, Pere Aurell, il francese Ludovic Pommeret, il cinese Yanqiao Yun, il norvegese Hallvard Schjølberg e lo svizzero Walter Masner. Tra gli italiani occhi puntati su Giulio Ornati del team Salomon. Al femminile se la giocano Audrey Tanguy, Karin Götz, Hillary Allen, con due italiane che potrebbero lottare per una buona posizione: Francesca Pretto e Sonia Glarey. Nella OCC al via il norvegese Stian Angermund-Vik, il giapponese Rui Ueda, il francese Nicolas Martin e gli spagnoli Eugeni Gil e Pablo Villalobos. Tra le donne la neozelandese Ruth Croft, le spagnole Sheila Aviles e Azara Garcia, la cinese Yangchum Lu.

UTMB, FAITES VOS JEUX – Non c’è dubbio però che la gara regina è quella che attira più attenzioni. Il parterre è sempre di livello e nel 2019 ci sarà ancora Xavier Thévenard, tre volte vincitore e autore del grande slam UTMB, ma ci sarà anche rumeno Robert Hajnal, secondo l’anno scorso, l’americano Tim Tollefson, con i connazionali Alex Nichols, Zach Miller, Hayden Hawks, Jason Schlarb, il polacco Marcin Świerc, vincitore della TDS 2018, il cinese Min Qi, i francesi Sylvain Court, Sylvain Camus, Julien Chorier, Benoit Cori, gli inglesi Tom Owens e Andy Symonds, il neozelandese Scott Hawker. Per l’Italia occhi puntati su Franco Collè del Team Hoka One One e Andrea Macchi. Al femminile occhi puntati su Francesca Canepa, vincitrice 2018, ma anche sulla statunitense Courtney Dauwalter, sulle spagnole Uxue Fraile, Maite Maiora e Nuria Picas, sulla cinese Miao Yao, sulla svedese Mimmi Kotka, sulla statunitense-svizzera Katie Schide. Fa il suo ritorno anche Rory Bosio. Ci saranno inoltre le francesi Juliette Blanchet ed Emilie Lecomte, l’ungherese Ildikó Wermescher e la brasiliana Fernanda Maciel. Purtroppo ha dovuto dare forfait Katia Fori, ma la pattuglia italiana dovrebbe essere rappresentata, tra le altre, da Alessandra Boifava, Chiara Bertina, Basilia Förster e dalla russa d’Italia Yulia Baykova.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.