Scontro tra Titani: non perdete Ski-alper numero 84

Il nuovo numero della rivista disponibile da domani nelle migliori edicole

È arrivato l’ultimo numero stagionale di Ski-alper (numero 84, maggio 2012, 144 pagine). Qualche giorno dopo la data prevista, ma finalmente c’è. Da giovedì 10 maggio sarà disponibile nelle migliori edicole in tutta Italia e in consegna per gli abbonati. Il motivo del ritardo? Abbiamo deciso di aspettare la Patrouille des Glaciers, ci sembrava giusto farlo in un numero come questo che titola ‘Scontro tra Titani’ in copertina, per riecheggiare le mitiche performance degli atleti più forti nelle classicissime del calendario internazionale.
Potrete infatti leggere e gustare sotto il profilo fotografico i magnifici reportage ‘live’ dalla Pierra Menta, dal Tour du Rutor e dalla Patrouille des Glaciers. Il punto di vista dei nostri inviati Carlo Ceola e Riccardo Selvatico, i contributi ‘live’ con il pettorale sullo zaino di Tommylive e Micol Murachelli, le foto esclusive scattate nei punti chiave della gara, dove nessuno ha osato spingersi, le emozioni dei protagonisti, le analisi tecniche e i risultati.
Ma non ci sono solamente le tappe de La Grande Course: imperdibile il servizio sulle finali di Coppa del Mondo di Tromso, in Norvegia, così come quello sul Tour du Grand Paradis.
Abbiamo poi pubblicato risultati e classifica finale della Coppa delle Dolomiti (dominata da ‘Super-Pippo’ Beccari) e del circuito Ski-alp sotto le stelle e il sole.
Per la sezione personaggi, rimanendo nel mondo racing, ecco un’intervista a cuore aperto con Laetitia Roux, che ci svela il suo modo di essere atleta e la sua preparazione, tra pregi e difetti. Abbiamo incontrato anche un campione in difficoltà come Didier Blanc, per scoprire il lato oscuro di una stagione senza risultati. Per la sezione ‘i guerrieri della notte’ intervista a ‘Mr.MTB’, il campionissimo delle due ruote off-road Marzio Deho, mentre tra i giovani emergenti abbiamo scelto Stefano Stradelli.

Vista la stagione, il numero 84 ha un forte ‘imprinting’ agonistico, ma non mancano i servizi di approfondimento. Per la sezione ski-touring, Umberto Isman è andato a intervistare Giovanni Anderis e Antonio Curtabbi, per farsi raccontare il fantastico viaggio che in quasi quindici anni di attività scialpinistica li ha portati a salire sci ai piedi i principali vulcani sulla rotta del Ring of Fire, la linea geografica a ferro di cavallo che contorna l’Oceano Pacifico e collega le aree terrestri a più alta attività sismica e vulcanica. Il viaggio di una vita, il viaggio della vita.
Abbiamo poi pubblicato i lavori dei vincitori nelle diverse categorie del concorso letterario, giornalistico e fotografico ‘Dynafit Ski Touring Storyboard’: la salita alla Becca di Gay di Guido Valota, l’itinerario sul massiccio dell’Otis in Bosnia-Erzegovina di Massimo Moratti e il racconto ‘Il segreto della vita, della morte e della rinascita’ di Matteo Zeni. Per la sezione personaggi, siamo saliti al Col Serena in compagnia del torinese Luca Cerruti, global sales leader di Gore, per scoprire la particolare struttura dell’azienda americana. Interessanti gli spunti – nelle diverse rubriche tematiche – di Giorgio Daidola a proposito della ‘contaminazione’ tra telemark e scialpinismo, del capitano Cresta sull’effetto del vento nella formazione di cumuli nevosi, dell’avvocato Saltarelli sulle responsabilità nell’incidente scialpinistico, oltre naturalmente ai commenti di Leonardo Bizzaro e alla controcopertina di Umberto Isman.

Ricchissima e degna di nota, infine, la parte della rivista dedicata alle prove sul campo dei materiali. Sempre più rigorose, sempre più approfondite. Lo staff di testatori, composto da Alain Seletto, Guido Salvetti, Niccolò Zarattini, coordinati da Sebastiano Salvetti, hanno portato sulla neve e messo a dura prova una serie di prodotti delle collezioni 2012/2013. Il GPS Magellan Explorist 610, i nuovi attacchi Salomon Guardian 16, gli scarponi racing Merelli M3D (con anteprima degli sci Race 160), i richiestissimi sci Dynafit Baltoro, i nuovi caschi della collezione Ski Trab (modelli Race e Sintesi). Ma non finisce qui: ancora per gli sci abbiamo identificato un modello particolarmente interessante nel rapporto qualità/prezzo, gli Hagan X-Carbon, poi abbiamo provato in anteprima il nuovissimo scarpone Garmont Cosmos, tra i più attesi dagli appassionati, e abbiamo ‘sminuzzato’ in tutti i dettagli gli attacchi RT di ATK Race. Basta così? Nemmeno per sogno. La new-entry nello staff tecnico, il runner Adriano Salvadori, con un grande passato anche da ski-alper (due podi alla Pierra Menta in curriculum) ha messo a confronto per noi tre modelli di scarpe da sky-running: Inov-8 Mudclaw 272, La Sportiva C-Lite 2.0 e Salomon S-Lab Fellcross. Chi l’avrà spuntata?

Non perdete Ski-alper numero 84 ( disponibile anche su iPad ). Cercatelo da domani nelle migliori edicole di tutta Italia. Ci fosse qualche problema nel trovare la vostra copia, non esitate a segnalarci le edicole che risultassero sguarnite!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.