Sci, amore e fantasia

Su Skialper in edicola la storia di un hobby che è diventato lavoro

«Tutto comincia un paio di anni fa. Gianluca e Fabrizio sono amici da una vita e fanno coppia fissa nei weekend di freeride ad Alagna, che per loro è una seconda casa. Fabrizio è artigiano, gli piace costruire e studiare cose e inevitabilmente non può fare a meno di apprezzare gli sci in quanto oggetto. Un giorno gli capitano sotto mano un paio di aste artigianali canadesi, delle quali si innamora. Inizia a venirgli in mente il pensiero che magari costruirsene un paio non deve essere impossibile, anzi, l’idea viene rinforzata dagli incoraggiamenti di Gianluca e da qualche birra dopo avere sciato. I due iniziano a informarsi su internet, dove, soprattutto dagli Stati Uniti, riescono a trovare informazioni utili». Inizia così l’articolo di Federico Ravassard sulla Whiteland Ski, una micro-fabbrica di sci piemontese, sul numero di ottobre-novembre di Skialper. 

ARTIGIANI DELLO SCI – Dalla passione è nato un lavoro. Si chiamano infatti Balma, Zube, Olen, Schwi gli sci prodotti di Whiteland Ski. Solo i materiali migliori, legno e tessuti (composti da un cocktail di fibra di vetro e fibra di carbonio); non si utilizzano né titanal né carbonio puro, che per Fabrizio sono solo un tentativo di compensare, in un processo industriale, alcune pecche dello sci. Ad esempio, per irrigidire l’asta, preferiscono inserire al posto del metallo altri strati di tessuti: un processo di sicuro più lungo e impegnativo, ma che garantisce un flex molto più armonico. Le fibre utilizzate, poi, sono orientate in modo da garantire la massima rigidità torsionale, senza tuttavia rendere lo sci impegnativo in senso longitudinale: il miglior compromesso. Nessun rocker di base, sostituito da una geometria a camber tradizionale con un piccolo accorgimento: la spatola molto morbida, che tende a incurvarsi ed emergere dalla neve spontaneamente. «Non devi guardare troppo quello che fanno gli altri o quello che vuole il mercato. E’ lì che perdi tutta la tua originalità» dice Fabrizio. Intanto ha preso forma lo sci di Skialper, costruito proprio durante la nostra visita. Siamo curiosi di metterlo sulla neve…

GIA’ DISPONIBILE SU APP – Skialper di ottobre-novembre è già disponibile nelle migliori edicole. Per ogni info si può scrivere una mail o chiamare il numero 0124 428051. (Per la pagina abbonamenti cliccare qui). Per chi lo volesse acquistare immediatamente su smartphone o tablet, è già disponibile. È sufficiente scaricare la app per iOS o Android e procedere all’acquisto direttamente in-app!.

A questo link una presentazione completa di Skialper 102 di ottobre-novembre.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.