Sabato è tempo di World Series in Italia con la Livigno SkyMarathon

34 km con 3000 metri di dislivello, meteo permettendo

269
©iancorless.com

Sabato mattina alle 8.30 andrà in scena la Livigno SkyMarathon, gara valida come tappa di Migu Run Skyrunner World Series.Il Piccolo Tibet, per il terzo anno consecutivo, si appresta dunque a ospitare un evento di livello internazionale che, oltre al classico tracciato di 34 km con 3000 metri di dislivello positivo, affianca una nuovissima 17 km. Sono già oltre quota 450 gli iscritti alle due prove, suddivisi in 300 del percorso marathon e circa 150 della K17. Fra i partecipanti sono attesi atleti di altissima caratura mondiale che si stanno disputando le World Series 2018. A livello maschile non ci satrà dominatore delle prime due edizioni, Tadei Pivk; spazio quindi allo svizzero Pascal Egli, che su queste creste fu terzo due anni fa. Con il pettorale 2 ci sarà il catalano Pere Aurell, recente vincitore della Transvulcania. Numero 3 per il giapponese Rui Ueda, il 4 andrà allo svedese Andrè Jonsson, secondo due settimane fa alla Madeira Ultra Skymarathon. Poi con il 5 l’altro catalano Pau Capell, quindi con il 6 il bulgaro Kyril Nikolov, lo statunitense Morgan Elliot con il 7, il vincitore della Yading Skyrun l’andorrano Oscar Casal Mir, quindi l’italiano più in forma del momento Gil Pintarelli col 9, e con il 10 lo neozelandese Ryan Carr.
Al femminile, attesissima l’olandese Ragna Debats, vincitrice un mese fa del Mondiale a Penyagolosa, se la dovrà vedere con la seconda classificata a Zegama, la spagnola Laura Orgué, poi la vincitrice della Yading Skyrun in Cina, la britannica Holly Page, e l’altra spagnola Sheila Aviles, quinta a Zegama. Tra le italiane ci sarà l’attesissimo ritorno di Elisa Desco, fresca mamma di Cecilia, che due anni fa seppe conquistare questa durissima gara in una giornata davvero epica sotto il profilo meteorologico.

PROGRAMMA – Già il meteo, perché quando si corre sulle creste a 3000 metri non si può prescindere da un clima che consenta ai concorrenti di evitare dei rischi. Il ‘piano B’ prevede due percorsi alternativi molto più sicuri e a quote inferiori, anche se la decisione finale verrà valutata solamente nelle ultime ore. Il percorso originale della SkyMarathon prevede la partenza degli skyrunner dal centro di Livigno in zona Cooperativa, per poi dirigersi verso il lago e iniziare a sua volta una serie di salite e traversate a fil di cresta che copriranno il Motto, la Cima Tropione, la Cima Cassana, il passo Cassana, il passo del Leverone e poi giù in Val Federia, per poi tornare a salire al Carosello 3000, cima del Madonòn e giù dai sentieri che portano di nuovo nel centro di Livigno. Il Cai di Livigno proporrà un’escursione su queste cime per la giornata di sabato, a cui è possibile aggregarsi per salire in quota in una delle più selvagge valli del territorio livignese e fare il tifo a questi eroi. Al termine della manifestazione, dal primo pomeriggio è previsto il concerto rock-pop del gruppo dei Dinamika e la cover band di Vasco Rossi dei Mega Show. In serata ci saranno le premiazioni e la festa finale al Bivio Club.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.