Rosetta da record per Golinelli e Brizio

Vittoria della skyrace nel Parco delle Orobie Valtellinesi

Pioggia e cielo grigio per una settima edizione della Rosetta SkyRace. I ritmi sono subito stati sostenuti con il lecchese Nicola Golinelli a dettare il passo sulla ripida ascesa che porta sino in località Ciani. Al primo punto controllo, il portacolori del Ger Rancio transita al comando, portandosi in scia Franco Sancassani, il rumeno Gyorgy Szabolcs e il ceco Martin Berka. Al giro di boa di Stavello, Golinelli sempre più determinato ha proseguito in solitaria. Più staccato l’olimpionico di canottaggio Franco Sancassani. Terza posizione momentanea per Gyorgy Szabolcs. Alle spalle del giovane rumeno, in recupero, il malenco Daniele Zerboni. Dopo 1h21′ il fuggitivo Golinelli è passato alla cima Rosetta puntando dritto al nuovo record della gara. Il distacco del primo inseguitore, Franco Sancassani era di ben 5′. Nessuna sorpresa in discesa. Golinelli vince con record in 1h59’34" secondo Franco Sancassani in 2h03’39" e terzo Gyorgy Szabolcs in 2h0540". Seguono nell’ordine Daniele Zerboni, Stefano Butti, Micha Stainer, Ignacio Torres Cardona,  Dario Fracassi, Guido Rovedatti e Emanuele Miotti.

GARA FEMMINILE – Emanuela Brizio guida in avvio le compagne di squadra Debora Cardone  e Iulia Gainariu. Alle loro spalle la detentrice della migliore prestazione cronometrica su questo tracciato, Raffaella Rossi. Alla cima Rosetta cambio al vertice con Debora Cardone passata al comando su Emanuela Brizio, Iulia Gainariu e Raffaella Rossi. Nel finale forcing di Emanuela Brizio che polverizza il precedente primato della gara vincendo in 2h30’40". Seconda piazza per Debora Cardone 2h31’17" (anche lei sotto il precedente record), terza è giunta Rafaella Rossi 2h37’17". Giù dal podio Chiara Gianola (2h38’06") e Iulia Gainariu (2h39’33"). Sesta Lucia Moraschinelli che precede Monia Acquistapace, Ester Scotti, Patrizia Pagnoncelli e Patrizia Gianola.

GARA GIOVANI – A contorno della prova lunga, come di consueto, è andata in scena la prova giovani da 3350m. Tra le vie del borgo orobico ha primeggiato lo scialpinista locale Matteo Corazza su Francesco Dei Cas e Daniele Corazza. Silvia Berra ha invece vinto su Alessia Fascendinie Marta Coden.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.