Questa la sera la finale International Ski Tour

Alle ore 19 la partenza dalla piazzetta di Alagna

Ormai ci siamo: anche l’edizione 2011-2012 dell’International Ski Tour (terza nella sua versione transfrontaliera, sesta per il campionato nato in Ossola) si appresta a celebrare il suo momento clou, la finale di Alagna Valsesia, decima tappa di un circuito scialpinistico che, nonostante le difficili condizioni di innevamento della stagione, è riuscito a crescere ancora, a dare prova di un’organizzazione efficiente e a conquistare tanti nuovi appassionati allo ski alp. Dunque sabato 3 marzo alle ore 19, dalla piazzetta della località valsesiana, proprio di fronte al Bar delle Guide, tutti gli appassionati concorrenti e spettatori, si ritroveranno per la Night Race, partenza a piedi e arrivo, con sci e pelli di foca, 900 metri di dislivello più in alto, a Pianalunga nel comprensorio Monterosa Ski. Poi tutti al Palazzetto dello Sport per le premiazioni della tappa e del campionato e, non da ultimo, per la grande festa che proseguirà per tutta la notte.
Si tiene sabato 3 marzo ad Alagna la finale notturna dell’International Ski Tour 2011-2012, il campionato di scialpinismo delle Province italiane del VCO e di Vercelli e dei Cantoni elvetici Vallese e Ticino.
Sarà proprio lì, in Valsesia, che verrà celebrato il talento sportivo dell’elvetico vallesano Christian Biffiger che ha vinto con tre tappe di anticipo il titolo: e sarà Jolly Sport, main sponsor di IST, a consegnare l’ambìto premio al campione di scialpinismo di questo vasto territorio montano che gravita attorno al Monte Rosa piemontese e svizzero.
Sul piano della cronaca sportiva resta invece ancora da assegnare il titolo femminile con l’azzurra di corsa in montagna Erika Forni a proporsi sulle nevi di casa come la più accreditata pretendente alla vittoria di tappa e in classifica generale. Il calcolo al momento non è semplice perché si terrà conto dei migliori sei risultati (per chi avrà corso almeno sei delle dieci tappe), mentre per chi avrà partecipato a meno di sei scialpinistiche verranno computati tutti i punti acquisiti. Fra le note curiose e straordinarie la crescita e la conferma del valore di una giovanissima che da alcuni anni partecipa all’International Ski Tour, la quattordicenne Alessia Re ormai anche lei a un passo dalla possibilità di toccare il cielo con un dito e di salire su uno dei gradini del podio.
Ci sono poi tutte le altre posizioni ancora da definire per la classifica di merito, oltre ai premi fedeltà (un sacco a pelo della Camp offerto dall’associazione Linea Verticale organizzatrice del circuito, un salume offerto da Ossola Carni e un buono ingresso alle Terme di Premia) da assegnare a tutti coloro che, alla fine, avranno disputato almeno sette delle dieci tappe. Last but not least, l’assegnazione del premio al migliore Sci Club di tutto il campionato (i punteggi si calcolano sulla base delle sommatorie dei punti dei migliori quattro uomini piazzati e della migliore donna per ogni squadra).
Ma dopo il traguardo di Pianalunga, sulle piste del comprensorio Monterosa Ski dove la scialpinistica avrà luogo, e dopo le premiazioni al Palazzetto dello Sport di Alagna, sarà la grande festa a tenere banco.

Iscrizioni e programma
Sabato 3 marzo 2012
h. 15:00 – 18:30 iscrizioni (€. 20,00 comprensive di cena, pacco gara, premiazioni e festa) presso il Palazzetto dello Sport di Alagna Valsesia (Provincia di Vercelli, Italia); 
h. 19:00 partenza a piedi dalla piazza di Alagna Valsesia e arrivo a Pianalunga;
h. 20:30 cena, premiazioni e festa al Palazzetto dello Sport.

Percorso: una lunga salita e una breve discesa
Sono questi gli ingredienti della Night Race di Alagna, sull’itinerario tradizionale su cui, da anni, si disputa la scialpinistica notturna. Dopo la partenza a piedi e la corsa con gli sci in mano o agganciati allo zaino per circa 300 metri, i concorrenti calzeranno sci e pelli di foca per risalire per 900 metri di dislivello positivo la pista che conduce a Pianalunga, nel comprensorio del Monterosa Ski. Giunti al culmine si toglieranno le pelli per l’unico cambio di assetto e l’effettuazione di una breve discesa (circa 100 metri di dislivello negativo) che conduce al traguardo.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.