Ora si chiama Stava Mountain Race…

Tante novita' per la skyrunning di Tesero giunta alla decima edizione

Nella stagione del suo decimo compleanno, una delle gare classiche nazionali nel panorama skyrunning ha dato una svolta significativa alla propria organizzazione, variando cambiando nome e affiliazione e tornando al passato anche nella collocazione nel calendario. L’Unione sportiva Cornacci di Tesero ha infatti ha rinominato la propria gara in Stava Mountain Race, ma soprattutto ha deciso di affiliarsi alla Fidal e non più alla Fisky, Federazione alla quale era legata da ben nove anni, iscrivendosi anche al Centro Sportivo Educativo Nazionale (Csen).
L’altra novità riguarda il ritorno nella data storica dell’ultima domenica di giugno, ovvero il 28, dopo l’esperimento di dodici mesi fa, che aveva proposto lo slittamento di una settimana.
Si presenta dunque con tante novità la Stava Mountain Race, come spiega il direttore tecnico Massimo Dondio: «Per il movimento dello skyrunning è un momento particolare, soprattutto per quanto riguarda la federazione di riferimento. Ad inizio anno il direttivo dell’Unione Sportiva Cornacci, attivissima polisportiva della Val di Fiemme, ha deciso di iscrivere la gara esclusivamente al calendario Fidal. I contenuti, comunque, non cambiano, né per quanto riguarda il percorso, né per quanto riguarda il programma».
La decima Stava Mountain Race farà parte anche della quarta edizione de ‘La Sportiva Mountain Running Cup’, il circuito che include cinque fra le competizioni riservate ai corridori del cielo più importanti a livello nazionale, come la Trentapassi Skyrace del 24 maggio, la Resegup del 6 giugno, la Stava del 28 giugno, il Giir di Mont del 26 luglio, quindi la chiusura il 6 settembre con la Rosetta Skyrace.
Non mancherà nemmeno la gara sul chilometro verticale, che si disputerà un’ora prima della Stava Mountain Race, proposto per la quinta volta e denominato Verticale del Cornon, tappa del circuito Felicetti Cup. Non mancherà lo spazio dedicato ai giovani atleti, la Mini Stava Mountain Race, in combinata come in passato con la Mini Dolomites Sky Race.
Il percorso sarà quello tradizionale di 24,9 km con partenza e arrivo a Tesero, che prevede un dislivello positivo di 2.125 metri e negativo della stessa quota, per un totale dunque di oltre 4.200 metri. Tre i passaggi più significativi, ovvero il Monte Cornon a 2.150 metri, dove è previsto l’arrivo anche della gara Verticale, quindi il Monte Agnello, che con i suoi 2.358 metri è il punto più alto della gara, per finire con il Doss dei Branchi a 2.200 metri, che rappresenta l’ultima asperità prima della discesa finale verso il traguardo.
Le iscrizioni sono aperte da alcune settimane e si eseguono compilando l’apposito modulo sul sito della competizione: www.stavamountainrace.it.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.