Oltre 200 iscritti alla Valmalenco Valposchiavo Skyrace

Prima tappa del circuito 'La Sportiva Gore-Tex Mountain Running Cup'

Si avvicina la prima tappa del circuito ‘La Sportiva Gore-Tex Mountain Running Cup’, che racchiude cinque dei principali appuntamenti internazionali dello skyrunning in un unico circuito, con classifica finale e montepremi in denaro messo in palio dai due sponsor. Si tratta della Valmalenco Valposchiavo Skyrace del 10 giugno, che ad una settimana dalla chiusura delle iscrizioni può già contare su oltre 200 iscrizioni. Sfogliando la lista partenti, tra i molti amatori che ogni anno sono soliti darsi appuntamento al cospetto del Pizzo Scalino, nella super classica di domenica 10 giugno si nota la presenza di una nutrita schiera di top runner.

LISTA DI PARTENZA ‘NOBILE’ – «Ancora una volta avremo una manifestazione di caratura internazionale con atleti provenienti da ben 14 nazioni; non solo europee visto che abbiamo pure un runner marocchino, un colombiano e un messicano – ha esordito Ursina Badilatti del comitato organizzatore -. Al femminile l’italiana Emanuela Brizio dovrà vedersela con la transalpina Corinne Favre e la spagnola Nuria Dominguez. Al maschile, invece, tutti a caccia del campione del mondo in carica Luis Hernando Alzaga e del ceco Robert Krupicka». Già perché la lista dei pretendenti al podio finale è sin troppo lunga. «Tanto per citare alcuni nomi – ha continuato Badilatti – posso confermarvi i vari Mamleev, Tavernaro, Dapit, Butti, Zerboni, Gotti, Brydl, Bolt, Schiessl, Jacquemoud, Lopez Castan, Wosik, Cortes, Idfabdil e Caballero Ortega».

PRIMA EDIZIONE DELLA ‘MINI-SKYRACE’ – Da non dimenticare che sempre domenica 10 esordirà la Mini Skyrace appositamente concepita per i giovani (over 16) e i neofiti della specialità: «Questa prova si svilupperà interamente sul territorio svizzero con partenza e arrivo da Poschiavo – ha continuato il direttore gara Gianmario Nana -. Lo start verrà dato dinnanzi alla sede Repower e, parte del percorso, ricalcherà quello della gara lunga così da poter sfruttare la segnaletica e il personale dell’organizzazione già schierato per l’occasione. L’arrivo, come per la Skyrace da 31km, previsto nella suggestiva cornice di Plaza da Cumün dopo avere superato 16 km (dislivello +/- 1100 m)». Qui, i favori dei pronostici sono tutti per il campioncino colombiano Antonio Saul Padua: «Già vincitore lo scorso anno nella breve di Premana e autore i diverse performance degne di nota, sarà sicuramente l’atleta da battere – ha continuato Ursina Badilatti -, ma restando in tema di giovani talentuosi una menzione d’obbligo la meritano pure il poschiavino Marino Zanetti, il lecchese Mattia Gianola e il veneto Davide Pierantoni».

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.