Mondiali Ultra, la gara degli italiani

Federica Boifava sesta, Giulio Ornati diciassettesimo

Come sono andati gli italiani ai Mondiali di Skyrunning di Chamonix? Meglio le azzurre degli azzurri. Tra le donne sesto posto per Federica Boifava e undicesimo per Alessandra Carlini. Tra gli uomini i tre migliori score sono quello di Giulio Ornati, diciassettesimo, Stefano Ruzza, diciannovesimo e Maurizio Fenaroli (ventitreesimo).

SUPER BOIFAVA NONOSTANTE QUALCHE PROBLEMA – Le prime parole all’arrivo sono state molto chiare. Un’esclamazione irripetibile seguita da «che dura». Per Federica Boifava  la 80 km del Monte Bianco non è stata gara facile. «Già ieri accusavo dei disturbi intestinali poi in gara, a un certo punto, nella parte di falsipiani, è stata dura». Freddo in partenza, poi caldo. Federica è arrivata fino al terzo posto poi nella zona di Argentière ha dovuto cedere delle posizioni. «Bella gara, molto tecnica, con tante salite e discese, come piace a me che sul piano mi addormento».

RUZZA OK – È soddisfatto Stefano Ruzza al traguardo. Sembra abbastanza fresco. «È la 80 km più tecnica che ho fatto. Viaggiavo intorno alla venticinquesima-trentesima posizione, poi verso la fine ho iniziato a scalare posizioni, fino ad arrivare sull’ultima salita dove in tanti si sono piantati». Gara, quella di Stefano, che spesso si è incrociata con quella delle due protagoniste femminili. «Ho fatto qualche chilometro con Anna Frost che ha anche sbagliato strada a un certo punto, mentre con la Forsberg ci siamo raggiunti e superati diverse volte: le si avvicinava, nei ristori qualche volta sono stato più lungo e mi ha superato». 

RITIRATO COLLE’ – Ha dovuto ritirarsi per problemi intestinali Franco Collè, che viaggiava al ritmo dei migliori. 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.