Mezzalama, cresce l'attesa. Partenza anticipata alle 5

Partenza anticipata di mezzora, percorso in buone condizioni

Aumenta l’elettricità nell’aria in vista del Trofeo Mezzalama. Le pattuglie sono tutte a Cervinia, pronte a partire per la gara delle gare. Anche il nostro inviato Guido Valota è sul percorso per una ricognizione e a breve ci aggiornerà direttamente dal sito di gra. Questa mattina a Cervinia pioveva forte, poi la situazione meteo è leggermente migliorata. 

PREVISIONI INCORAGGIANTI – L’ultimo bollettino per la giornata di domani (rilasciato dall’organizzazione) parla di cielo irregolarmente nuvoloso e visibilità ridotta fino alle 8 del mattino, specie tra 2.000 e 3.500 metri, con tendenza ad aperture ad alta quota e strati più persistenti tra Plateau Rosa e Castore. Dopo le 8 le nubi dovrebbero diradarsi per lasciare spazio a condizioni abbastanza soleggiate con sviluppo di cumuli sui 3.100-3.200 metri. Schiarite che dovrebbero amplificarsi dalle 10 in poi con qualche passaggio di nebbia sopra i 3.200 metri. Per quanto riguarda le precipitazioni, fino alle 3 del mattino si esauriranno deboli nevicate in quota, con la possibilità di incontrare ancora qualche fiocco di neve fin verso le 8 del mattino tra Plateau e Castore. La quota neve è comunque tra 2.300 e 2.500 metri. Le temperature dovrebbero essere superiori allo zero a 2.000 metri, tra -5° e zero a quota 3.000, tra -13 e -9 gradi a quota 4.000. Il vento in quota è previsto tra i 10 e i 30 km/h da Sud-Ovest tendente a Nord Est a 4.000 metri, il che dovrebbe portare ad un windchill minimo di -5° a quota 2.000, di -10° a 3.000 e tra i -15 e -18° ai 4.000.

TRACCIATO IN BUONE CONDIZIONI –
«Le nevicate degli scorsi giorni – ha detto Adriano Favre – hanno migliorato le condizioni del tracciato rispetto ai primi sopralluoghi di qualche settimana fa. Il ghiaccio verde che caratterizzava buona parte del percorso è stato ricoperto da un manto di neve fresca che in alcuni settori arriva anche a un metro e mezzo. Verso Gressoney gli apporti sono maggiori rispetto alla zona del Colle del Breithorn. La situazione è buona, in queste ore abbiamo verificato e bonificato tutte le zone che presentavano delle criticità. Nella fascia che va da 3000 a 4000 metri gli apporti nevosi sono importanti, inoltre il vento ha lavorato formando alcune placche che proprio questa mattina abbiamo bonificato.»
 
PARTENZA ANTICIPATA – «In queste ore – ha continuato Favre – abbiamo deciso di anticipare la partenza di trenta minuti, quindi il via da Breuil-Cervinia sarà dato alle ore 5. Abbiamo voluto anticipare la partenza per avere maggiori margini di sicurezza sulla meteo. Le ultime previsioni annunciano che dalle prime ore del giorno la situazione andrà verso il miglioramento».
«Per quanto riguarda la salita al Naso del Lyskamm – ha concluso Favre – abbiamo trovato un’inedita via per raggiungere la vetta. Gli atleti saliranno con i ramponi direttamente dalla base del Naso, seguendo una linea che li porterà a pochi metri dalla cima. Il cambio d’assetto successivo sarà alla base del versante Est perchè è impossibile mettere gli sci prima. Questa nuova linea è in mezzo alla parete tra la via tradizionale del Naso e quella che hanno salito nel 2011». Tutto confermato quindi per la XIX edizione del Trofeo Mezzalama, il programma della ‘Maratona dei Ghiacciai’ è iniziato questa mattina a Valtournenche con l’accreditamento delle squadre. Per dare la possibilità al pubblico di seguire la gara gli impianti saranno aperti e gratis dalle 4.30 del mattino per la salita e discesa a Plateau Rosà.

CHI PUO’ BATTERE QUEI TRE? –
Gara per il secondo posto, oppure il team La Sportiva-Crazy Idea composto da Bon Mardion, Jacquemoud e Kilian Jornet può temere dei rivali? In una gara come il Mezzalama non si possono fare previsisioni troppo scontate, soprattutto se il meteo rimane incerto. Basti ricordare l’ultima edizione, quando quasi è riuscito lo ‘scherzetto’ a Lanfranchi, Pedrini e Seletto. C’è naturalmente l’Esercito, con Reichegger, Lenzi ed Eydallin, ci sono gli svizzeri, dati in ottima forma, con Troillet, Ecoeur e Anthametten. Poi gli azzurri Boscacci, Holzknecht e Lanfranchi, il terzetto con Beccari e Follador che hanno dovuto rinunciare a Kuhar e hanno ‘arruolato’ l’emergente Filippo Barazzuol. E ancora Martini, Salvadori e Trettel, oppure l’Esercito B con Robert e Daniel Antonioli e Denis Trento, oppure Gachet, Sevennec e il nostro Galizzi. L’ordine di partenza, poi, si spinge fino al terzetto n. 302. Da un certo punto della gara in poi sarà battaglia contro i cancelli orari.

RACCONTO LIVE – Come sempre Ski-alper sarà in prima fila a raccontare il Trofeo Mezzalama. In pista Guido Valota e il talentuoso fotografo francese Nacho Grez per realizzare il servizio che uscirà nei prossimi giorni su Up&Down, l’allegato dedicato al mondo racing della rivista Ski-alper. Naturalmete vi informeranno sul sito, via facebook e twitter di tutte le novità dal percorso. 

DIRETTA STREAMING – Da mezzanotte fino alle 12 di domani il tradizionale ‘slide’ con le 5 notizie principali sulla home page di skialper.it sarà sostituito dal player per la diretta streaming del Trofeo Mezzalama. Non perdetevi questo esclusivo servizio messo a disposizione dall’organizzazione!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.