Mezzalama al contrario per l'edizione numero venti

Il 25 aprile si partira' da Gressoney. Perplessita' dei vincitori 2013

Per festeggiare i 150 anni della conquista del Cervino il Trofeo Mezzalama inverte il percorso. Ecco la grande novità dell’edizione numero 20 della regina delle gare di skialp, in programma il 25 aprile 2015. Lo ha annunciato il direttore tecnico Adriano Favre questa mattina nella conferenza stampa di presentazione dell’evento nel cuore di Milano, presso la sede di UBIBanca.

IL PERCORSO – Partenza da Gressoney e arrivo a Cervinia dunque, senza nessun tratto di pista come avveniva invece sul Ventina. «Ci sarà un approccio alla competizione completamente diverso – ha detto Favre -, cambiano i tempi di passaggio, visto che il dislivello totale aumenterà di 350 metri, le difficoltà tecniche aumenteranno e chi gareggerà il 25 aprile dovrà essere anche un alpinista. I tratti più impegnativi come il Naso di Lyskamm e la cresta del Castore, affrontati in senso inverso, saranno molto più tecnici e difficili». Notevole la differenza anche nel primo tratto: «Nella salita sul Ventina contava la sola performance atletica, ora invece si salirà in traccia e con numerose inversioni di marcia tranne il primo tratto fino al Gabiet». E la discesa su Cervinia? «Non seguirà il Ventina ma si sposterà verso il canale del Teodulo completamente in fuoripista».

PERPLESSITÀ DEI BIG – Non sembra avere riscosso grande successo il nuovo percorso tra i vincitori del 2013. Matteo Eydallin, in particolare è perplesso per le tante discese con i ramponi: «Io preferisco le discese con gli sci, bisognerà capire come prepararsi e adattarsi e quale sarà la squadra più competitiva in queste condizioni». «Preferivo la partenza con gli sci» ha detto Damiano Lenzi. «Una via di mezzo tra il Mezzalama vecchio stile e la Patrouille, sempre più difficile», ha aggiunto il piemontese.

PRECEDENTE – Il percorso inverso ha un precedente che risale alla prima epoca del Mezzalama. Allora la gara era più corta, ma nel 1937 si partì dalla Capanna Gnifetti (3.611 m) per arrivare al Plan Maison (2.548 m).

REGOLAMENTO – «Continueremo a prestare molta attenzione all’abbigliamento termico, inoltre credo che obbligheremo gli atleti a calzare i ramponi in acciaio perché quelli leggeri non garantiscono l’adeguata tenuta sul ghiaccio e le garanzie di calzata imposte dalle discese veramente ripide del nuovo percorso», ha detto Favre. Particolare attenzione anche al controllo materiali prima, durante e dopo la gara in funzione dell’inserimento delle gare La Grande Course nel calendario di Coppa del Mondo ISMF.

PARTNER – Due nuovi accordi di partnership per il Mezzalama, quello tecnico con Dynafit, valido per le prossime tre edizioni, e quello con UBIBanca, che ha realizzato una carta di credito prepagata Mezzalama valida anche come skipass.

MEZZALAMA GIOVANI – Come per tutte le altre gare LGC ci sarà anche un Mezzalama giovanile, il giorno precedente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.