La Sportiva festeggia i 90 anni

Aperta al Muse di Trento una mostra dedicata a LaSpo, la grande festa il 23 maggio

©M Pavana

La Sportiva spegne quest’anno le novanta candeline: novanta sono infatti gli anni trascorsi dalla sua fondazione nel 1928 per mano di Narciso Delladio di Tesero, quasi un secolo di storia che ha visto il piccolo laboratorio artigianale denominato La Calzoleria Sportiva, crescere costantemente ed evolvere nel brand globale che è oggi. Quattro le generazioni della famiglia Delladio, rappresentata oggi dal ceo Lorenzo Delladio e dalla figlia Giulia, che hanno proseguito la tradizione imprenditoriale famigliare portandola al successo odierno: oltre trecento dipendenti, un fatturato in crescita che supererà nel 2018 i cento milioni di euro e un nuovo stabilimento di 15.000 metri cubi che sarà inaugurato entro la fine dell’anno e porterà in breve al potenziale raddoppio della produzione delle calzature d’arrampicata e d’alta montagna.
La data ufficiale del compleanno di La Sportiva è mercoledì 23 maggio: presso il Muse di Trento avrà luogo infatti il 90th Anniversary Party, evento celebrativo aperto a tutta la popolazione trentina e più in generale a tutti gli amanti della montagna e dei suoi protagonisti. La montagna scenderà in città e La Sportiva abbraccerà Trento in un evento che saprà di storia e di leggenda con tutti i protagonisti ed atleti che hanno contribuito ad evolvere il modo di andare in montagna in 90 anni di alpinismo.
E proprio l’alpinismo sarà protagonista a Trento per tutto il mese di maggio: sino al 25 maggio infatti il Muse dedicherà una mostra temporanea proprio all’evoluzione dei modi di andare in montagna. Attraverso alcune tappe fondamentali della storia dell’alpinismo e dell’arrampicata in un percorso fatto di rare immagini d’archivio, video emozionali e prodotti originali utilizzati dai migliori atleti della storia per le loro realizzazioni più importanti, i visitatori saranno accompagnati nel percorso evolutivo compiuto dall’azienda della Valle di Fiemme nei 90 anni di storia che l’hanno vista ai piedi dei migliori esponenti dell’alpinismo mondiale. Troveranno spazio quindi le scarpette utilizzate da Adam Ondra per la salita norvegese di ‘Silence’, le Olympus Mons Evo di Simone Moro nella salita invernale al Nanga Parbat e ancora le TC Pro utilizzate dall’americano Tommy Caldwell per la salita di Dawn Wall su El Captain, la via ritenuta la più dura al mondo. ‘Storia di alpinismo, passione ed innovazione’: questo il titolo di una mostra fatta di immagini e prodotti completamente inediti al grande pubblico. Completano l’esperienza un percorso sensoriale dedicato ai più piccoli al termine del quale sarà possibile ritirare un piccolo gadget La Sportiva.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.