Kilian Jornet, 'macchina' vincente

Adesso punta agli Europei in Italia

«Dopo il record del Monte Bianco ero un po’ stanco e sentivo di non essere al cento per cento, ma alla fine ho avuto ottime sensazioni, portando a casa il successo». Kilian Jornet instancabile e imbattibile: per lui giovedì il record sul Bianco, domenica la vittoria alla Ice Trail Tarentaise (nel tempo di 7h38 dopo 65 km e 5000 metri di dislivello) a Val d’Isère e il pettorale di leader di Coppa del Mondo. «La gara è stata molto tecnica e spettacolare, – prosegue Kilian – non solo perché abbiamo corso per gran parte del percorso sulla neve, ma anche per alcuni passaggi sulle creste molto impegnativi. Con François d’Haene abbiamo fatto gara a due: solo negli ultimi cinque chilometri sono riuscito ad allungare. Credo che l’acclimatamento all’altura di queste ultime settimane mi abbia aiutato». Con la vittoria sulle Alpi francesi e quella precedente alla Transvulcania, adesso Kilian Jornet è in testa alla generale di Coppa del Mondo. «Sono contento di avere ancora ottenuto punti importanti per la classifica. Tra l’altro senza forzare troppo: era un obiettivo non ‘disperdere’ troppe energie, in vista dei prossimi Campionato europei in Italia (il Dolomites Vertical Kilometer il 19 luglio e la Dolomites SkyRace del 21 a Canazei, ndr)». Dove sarà ovviamente il favorito numero uno.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.