In Francia si vota per il re del trail

Oltre gli 80 km, D’Haene contro Thevenard

Come ogni anno anche per i francesi è giunto il momento di votare per i propri beniamini del trail running. Una delle votazioni più attese è quella di Trail Endurance Mag, il riferimento per quanto riguarda le riviste di settore transalpine.

LE TROPHEES DU TRAIL – Una giuria composta da 50 persone tra responsabili delle aziende di settore, team, giornalisti e organizzatori ha selezionato in dieci giorni le nomine degli atleti. Quest’anno per il Trophées du Trail viene dato risalto unicamente al movimento nazionale abbandonando, per esempio, il tradizionale riconoscimento per i migliori atleti stranieri.

SETTE CATEGORIE – Sono sette le categorie per cui si può votare e la disciplina è stata suddivisa in base alla distanza, ovvero fino agli 80 km e oltre 80 km. Vi è poi la categoria riservata ai hgiovani. Per tutte e tre le categorie, si può inoltre votare per gli uomini e per le donne. Come ultima categoria, il Trophées du Trail assegna infine la Coppa del Cuore 2013. Il termine ultimo per le votazioni è fissato per giovedì 5 dicembre e il giorno successivo, in occasione della Saintélyon, verranno comunicati i risultati.

D’HAENE VS THEVENARD – Una delle sfide più attese e incerte riguarda la votazione dei migliori atleti maschili impegnati nella distanza oltre gli 80 km. Se tra le donne potrebbe avere la meglio la rivelazione stagionale Mauclair Nathalie, tra gli uomini la partita sembra aperta tra Francois D’Haene e Xavier Thevenard. Entrambi hanno colto la vittoria in due delle più importanti gare di 100 miglia, LaDiagonale des Fous e l’Ultra-Trail du Mont-Blanc. Thevenard ha però stabilito il nuovo record e sulla vittoria di D’Haene pesa l’infortunio in gara di Kilian Jornet. Su Thevenard potrebbe poi giocare un ruolo molto importante anche il secondo posto ottenuto ai Templier. Sebbene quest’ultima sia una gara sotto gli 80 km, è proprio con quella prestazione che Thevenard ha dimostrato di possedere notevoli doti di velocità oltre che di endurance. Come terzo incomodo potrebbe uscire Sébastien Chaigneau che quest’anno ha vinto la Hardrock 100 miglia mentre Julien Chorier, complice anche il deludente sesto posto all’UTMB, quest’anno dovrebbe essere fuori dai giochi. 

SOTTO GLI 80 KM – In questa categoria la sfida sembra molto più aperta ed è infatti l’unica che conta otto atleti contro i cinque di tutte le altre. In lizza ci sono Fabien  Antolinos, Patrick Bringer, Sylvain  Court,  Michel Lanne,  Thomas Lorblanchet, Manu  Meyssat, Julien Rancon e Sébastien Spehler.
 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.